Bambini, obbligatorio pesarli dai 2 anni per prevenire l’obesità

Per prevenire l’obesità i bambini devono essere pesati con attenzione dai 2 anni: aspettare la fine dell’asilo è troppo tardi.

Ci sono genitori fissati con il peso del bambino e genitori che invece non hanno idea di quanti chili sia il proprio figlio. Alcuni pediatri sostengono che finchè il bimbo cresce bene, la bilancia non è necessario. È solo uno stress. Secondo gli esperti dell’università di Oxford e Manchester, ogni bambino dovrebbe essere soppesato dall'età di due anni per affrontare un ‘eventuale obesità.

I bambini sono attualmente soppesati quando iniziano dall’età di 4 anni fino agli 11 anni. Ma le cifre suggeriscono che potrebbe essere troppo tardi - con oltre un quinto dei bambini già sovrappeso alla prima misurazione.

Meno di un quinto dei bambini nel Regno Unito, negli Stati Uniti e in Australia dal 2000 sarebbero diventati obesi se avessero avuto un peso normale o basso tra i tre e i cinque anni. Questo quanto hanno scoperto i ricercatori. Bisogna dunque pesare i piccoli quando c’è ancora tempo per intervenire e soprattutto per accorgersi che non stiano acquistando troppo peso.

Quasi mezzo milione di piccoli con meno di 11 anni nel Regno Unito sono obesi, un problema che gli esperti temono creerà un boom di malattie cardiache, diabete e cancro in futuro. Molti genitori non accettano che il loro bambino abbia un problema e soprattutto non vedono il peso come una malattia. La situazione è simile anche in Italia, Paese in cui nonostante la dieta mediterranea i bambini sono sempre più grassi.

Via | Daily Mail

  • shares
  • Mail