Scuola, l’appello degli insegnati al Ministro Bussetti: “Più dignità alla Geografia”

La Geografia si studia poco e male. È un dato di fatto ormai da anni e gli insegnati chiedono di ridare spazio a questa materia.

scuola media

Povera geografia. Sono anni che questa materia non è studiata nel modo corretto nelle scuole di ogni grado. A riaccendere i riflettori su questo tema sono stati i Campionati Interregionali e Italiani della disciplina, riservati alle scuole secondarie di primo grado e per le superiori, organizzati grazie al dinamismo dell’ Associazione Italiana Insegnanti di Geografia e SOS Geografia.

Queste occasioni servono a tenere alta l’attenzione sulla Geografia, che è spesso fusa con la storia o relegata solo al primo anno di scuola superiore. Il professore Riccardo Canesi, ideatore deli campionati, ha così commentato:

«Questo Paese ha bisogno di giovani (e non solo loro) che sappiano conoscere e interpretare i fenomeni fisici, umani, politici ed economici che caratterizzano il loro Paese e il Pianeta. Lo scopo dei Campionati è quindi quello, da un lato, di far divertire e appassionare gli studenti, dall’altro di attirare l’attenzione dei (nuovi) legislatori e governanti su una disciplina che, pur essendo strategica per la formazione, continua a rimanere negletta».

E con l’occasione Canesi ha poi fatto appello al Ministro Bussetti, assente all’evento. Spera che il Ministro possa visionare le proposte che nel tempo sono state inviate al ministero, sperando che sia convocato lo staff di SOS Geografia, per esporre le proposte degli esperti per l’insegnamento della disciplina.

Via | Corriere

  • shares
  • Mail