Obesità infantile, si può prevedere dal microbiota del meconio

Un interessante studio ha permesso di valutare l’importanza del microbiota presente nel meconio: alcuni batteri sono collegati al sovrappeso.

Il microbiota è un indicatore molto importante e un recente studio, pubblicato al Congresso Europeo di Microbiologia Clinica e Malattie Infettive (ECCMID) ad Amsterdam, ha dimostrato che attraverso l’analisi del microbiota presente nel meconio, le primissime feci del neonato, si può capire se il neonato sarà in sovrappeso o meno.

Lo Katja Korpela, ricercatrice dell’Università di Oulu (in Finlandia), è stato condotto su 212 bambini. Fin dai primi giorni di vita sono stati sottoposti a delle periodiche misurazioni di peso e altezza e il loro microbiota è stato studiato in più occasioni (raccogliendo campioni di feci dal pannolino).

Queste analisi hanno consentito a Katja Korpela di stabilire che il microbiota dei bambini che a tre anni saranno in sovrappeso è diverso da quello dei piccoli che invece avranno un peso normale. La differenze sta nella presenza di Bacteroidetes (fondamentali per digerire gli zuccheri sani del latte materno), più numeroso nei bambini con problemi di peso, mentre i Proteobacteria sono meno presenti.

Gli esperti sono riusciti a collegare i cambiamenti del microbiota materno alle differenti concentrazioni dell’ormone femminile progesterone, prodotto anche dalla placenta durante la gravidanza.

Via | Skytg24

  • shares
  • Mail