Lo sfogo di Katie Lee sull'infertilità: Smettete di chiedere alle donne: 'Quando fai un figlio?'

Bisogna smettere di chiedere alle donne quando faranno un figlio perchè dietro possono esserci dolori, come nel caso della star di Food Network Katie Lee.

Katie Lee sull'infertilità

Katie Lee è una ragazza che in Italia non è molto conosciuta ma che, da oggi in poi, ci rimarrà certamente in mente. Questa ragazza si è lasciata andare ad un doloroso sfogo su Instagram in cui racconta della sua infertilità e delle difficoltà che lei e il marito stanno avendo per afferrare la cicogna. Una storia dolorosa che accomuna tante donne, donne che devono per giunta sentirsi dire da semi sconosciuti perché e per come non hanno figli, cosa aspettano e battute più o meno indelicate.

Katie Lee è la star di Food Network, una ragazza americana di 37 anni che negli Stati Uniti è una vera star. Come ogni personaggio pubblico che si rispetti, ognuno si sente in diritto di chiedere cose personali e fare insinuazioni senza ragionare troppo. Katie si ritrova giornalmente a rispondere a gente che le chiede perchè non mette su famiglia, che il tempo è poco, che ha un’età e così via. Situazioni comuni anche a molte donne non famose, ma che ricevono delle autentiche pugnalate ad ogni domanda inopportuna.

Visualizza questo post su Instagram

I get multiple messages a day asking me if I’m pregnant or why I am not pregnant yet. I get comments saying I look like I’ve gained weight, so I must be pregnant. After one said that I looked “thick in the waist” I finally responded that it’s not ok to comment on a woman’s body and you never know what someone is going through. There is so much pressure on women to look a certain way and while most mean well with baby questions, it can be hurtful. Many of you sent me messages sharing your personal stories of fertility issues. You helped me, so now I want to share my story with you. When Ryan and I got married, our plan was to start a family right away. I couldn’t wait to get pregnant! I naively thought it would be easy. I’m a healthy woman, I eat a balanced diet, exercise, I don’t smoke. Ryan is the same. But reproductive health is an entirely different ballgame. We were trying, I had to have surgery to correct a problem, got an infection, then I was so run down I got shingles. My doctor advised us to try iVF. We just finished the intense process only to get zero healthy embryos. Not only is iVF physically exhausting, the emotional toll is unparalleled. We were filled with hope and excitement only to be crushed. It is really hard to put on a happy face. Fertility issues are supposed to be private so many of us are silently in pain. I hesitated to share this but I feel comfort when I hear others’ stories and I hope any of you in a similar situation know you are not alone. When people ask me when I’m getting pregnant, it hurts. It’s just a reminder that I’m not. When they say I look like I’ve gained weight, I have. I can’t exercise as much and the hormones have made me bloated. At church on Easter, the priest started his sermon with a story about a family struggling to have a baby and the happiness they are now experiencing that their prayers have been answered. He said it is a time of new beginnings. Tears streamed down my face. I know a family will happen for us, it is just going to be a different journey than we imagined. We will keep working towards it. Someday we will have our happy new beginning and I pray any of you experiencing the same will have yours too.

Un post condiviso da Katie Lee (@katieleekitchen) in data:

Katie Lee ha scritto un post su Instagram in cui ha parlato ai suoi follower con il cuore in mano raccontando il suo percorso, che è quello anche di tante altre donne.

“Smettete di chiedere alle donne quando faranno figli. Abbiamo appena concluso tutto il percorso solo per ottenere alla fine nessun embrione in salute. Ogni giorno ricevo numerosi messaggi di persone che mi chiedono se sono incinta oppure no. Alcuni dicono che sembra che abbia preso peso e quindi potrei esserlo. Dopo l’ultimo, ho deciso di rispondere che non è giusto fare commenti sul corpo di una donna e che non si può mai sapere quello che una persona sta attraversando”.

Katie Lee

E poi continua raccontando tutto il suo travagliato percorso, dalle inseminazioni fallite, ai chili presi con gli ormoni:

“Non vedevo l’ora di restare incinta. Ingenuamente pensavo che sarebbe stato facile. Sono una donna in salute, mangio bene, faccio sport, non fumo. E Ryan lo stesso. Ho dovuto subire un intervento per correggere un problema, ho avuto un’infezione e sono stata così debilitata da prendere una pesante forma di herpes. È una situazione che ti toglie ogni forza, sia dal punto di vista fisico che psicologico. Sorridere non è facile. Quando le persone mi chiedono se sono incinta, mi fanno male. Mi ricordano che non lo sono. Quando qualcuno mi dice che ho preso qualche chilo, sì è vero. Non posso fare ginnastica e gli ormoni mi hanno gonfiata”.

Katie Lee
  • shares
  • Mail