Mamme, primo figlio sempre più tardi in Italia

Le mamme italiane hanno il primo figlio in media dopo i 31 anni: l’età continua ad avanzare.

Calendario cinese gravidanza 2019

Sono sempre più numerose le gravidanze dopo i 40 anni. L’età media in Italia (anno 2017) è di 31,1 anni, quando nel 2008 era di 30,1. E per la prima volta in Inghilterra e in Galles le donne che hanno figli oltre i trent’anni sono più di quelle che ne hanno entro i 29.

Poco consolante se si pensa che l’Italia è il paese europeo dove la natalità è più tardiva e dove aumenta il numero delle mamme over 40. Nel 2008 le donne che avevano figli dopo i 40 anni erano il 6,2%, nel 2015 erano il 9,3%. Come mai? I motivi sono numerosi. Prima di tutto è un costo, non solo economico ma anche gestionale: ci sono poche politiche di supporto alle famiglia, mancano gli asili e le scuole a tempo pieno e i lavori flessibili sono difficili da conciliare.

A questo quadro, non certo confortante c’è un altro problema: in Italia la gestione della famiglia pesa soprattutto sulle spalle delle donne. Sono le mamme che si occupano dei piccoli e che devono rinunciare al lavoro. L’unico modo per conservarlo è affidarsi a nonni, baby sitter o cercare una formula part time, ma non sempre è possibile.

Nel report Disuguaglianze di genere e attività domestiche scritto da Adele Menniti e Pietro Demurtas, si scopre che le donne con maggiore livello di istruzione e impegno lavorativo riducono le ore destinate a casa e famiglia, le aumentano invece gli uomini con alto livello di istruzione.

Via | Vanity Fair

  • shares
  • Mail