Meghan Markle, il mistero del parto in casa: il royal baby è nato in ospedale

Secondo la stampa britannica Meghan Markle non ha partorito in casa, ma nell’ospedale di Portland.

Harry fuori dalla residenza dove abita con Meghan, Frogmore Cottage, ha annunciato la nascita del loro bambino. E tutti hanno pensato che la duchessa di Sussex abbia partorito proprio lì, come da suo desiderio. In realtà, secondo l’esclusiva del Daily Mail, domenica pomeriggio Meghan sarebbe stata portata in ospedale a Londra in gran segreto dal marito, scortato dal team di sicurezza di Scotland Yard, e senza che i membri della famiglia reale ne fossero al corrente.

Sempre secondo la stampa, con loro solo la mamma di lei, Doria Ragland. Quale ospedale? La struttura più accreditata sembra essere quella del Portland, dove fra l'altro sono nate anche le principesse Beatrice ed Eugenia e un parto tradizionale può arrivare a costare fino a 15.000 sterline (pari a 17.500 euro).

Che tipo di parto abbia avuto Meghan non si sa: non è dunque confermata la notizia dell’induzione. Quello che ormai è certo è che la Markle sia rimasta in ospedale l'intera notte precedente la nascita del royal baby, avvenuta alle 5.26 di lunedì 6 maggio.

Insomma, con il superamento del termine, niente parto in casa. E così, l’ex attrice ha potuto restare fedele alla tradizione del palazzo, almeno per quanto riguarda la nascita dei pronipoti della Regina Elisabetta II.

  • shares
  • Mail