Sport, un valido aiuto per i bambini asmatici

Sono numerosi i bambini che soffrono d’asma. Scegliendo lo sport giusto si possono però ottenere ottimi benefici.

Le terapie contro l’asma sono diverse. Secondo i pediatri italiani, però, per aiutare i bambini asmatici (che sono circa 630mila) bisogna puntare sullo sport, ovviamente con qualche accorgimento. Numerosi studi hanno dimostrato che la capacità cardio-respiratoria del bambino asmatico in buon controllo di malattia è, a parità di allenamento, perfettamente sovrapponibile a quella del bambino sano.

"È fondamentale istruire bambini e genitori con alcuni suggerimenti, quali svolgere attività fisica all'aperto lontano dalle aree urbane con traffico intenso, evitare le fasce orarie nelle quali gli inquinanti raggiungono il picco di concentrazione nell'aria, privilegiando lo sport la mattina presto o la sera tardi, ma soprattutto raggiungere un buon controllo della malattia, associando allenamento, laddove necessario, a premedicazione farmacologica".

Ha commentato Diego Peroni, consigliere della Società italiana di pediatria (Sip). Quali sono gli sport più adatti ai piccoli con questo problema? Sicuramente il nuoto, perché l'immersione in acqua favorisce l'espirazione e l'incremento della ventilazione polmonare risulta moderato.

Sono adatti anche la lotta, la scherma, il sollevamento pesi, così come gli sport basati sull'uso della palla possono essere praticati complessivamente senza problemi grazie all'alternanza di periodi di intensa attività a fasi con intensità ridotta. Sono invece da evitare corsa e ciclismo, che possono scatenare le crisi, così come le attività subacquee.

  • shares
  • Mail