Baby Pelones, le bambole senza capelli simbolo della lotta contro il cancro infantile

Sono disponibili anche in Italia le Baby Pelones della Fondazione Juegoterapia, le bambole senza capelli simbolo della lotta contro il cancro infantile, per sostenere un progetto dell’Istituto Nazionale dei Tumori.

Combattere il cancro e aiutare i bambini in questa dura lotta. Non è una missione facile. La Fondazione Juegaterapia, che aiuta in Spagna i bambini malati di tumore attraverso attività ludiche, ha messo in vendita in Italia le Baby Pelones, bambole senza capelli e con foulard.

L’obiettivo è portare un sorriso ai piccoli ma anche sostenere progetti importanti. In Italia, Juegaterapia attiva è in con l’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano (INT) e in particolare con la Pediatria Oncologica, che ogni anno accoglie oltre 250 nuovi casi. È il più importante centro italiano – e uno dei più importanti in Europa – per la cura delle neoplasie solide del bambino e dell’adolescente.



Juegaterapia desidera che tutti i bambini malati di cancro ricoverati negli ospedali possano avere una Baby Pelón per aiutarli a rendersi conto attraverso il gioco che, anche senza capelli, rimangono preziosi e speciali proprio come la loro Baby Pelón. In Italia è possibile acquistare i modelli con foulard disegnati da Laura Pausini, David Bisbal, Shakira, Ricky Martin e Teresa, una piccola combattente.

E non è tutto. Questo progetto, che verrà finanziato presso la Pediatria Oncologica INT, sarà finalizzato allo studio molecolare dei tumori rari dell’infanzia, il cui gruppo cooperativo europeo è coordinato da INT.

  • shares
  • Mail