Cifosi nei bambini, i sintomi da riconoscere

Scopriamo insieme i sintomi e le cause della cifosi nei bambini, una patologia sempre più diffusa e che necessita di attenzione.

Cifosi nei bambini

Negli ultimi anni i problemi alla schiena nei bambini sono aumentati vertiginosamente e questo perché passano sempre meno tempo all’aria aperta e a giocare e sempre di più davanti al computer o con smartphone e tablet in mano, con le testoline curve sullo schermo. Oggi parliamo della cifosi nei bambini, dei sintomi e di cosa fare per prevenirla.

Quando si parla di cifosi come patologia in realtà si sta facendo un errore perché la cifosi è il termine che indica la normale curvatura delle vertebre toraciche, ormai però l’accezione patologica è di uso comune e quindi i termini corretti come cifosi patologica e ipercifosi quasi non si nominano più. La cifosi quindi di per se non è una patologia e questo è importante saperlo perché, se doveste trovarlo in un referto sapete che non c’è nulla di cui preoccuparsi.

La cifosi diventa patologica quando la curva delle vertebre si accentua al punto da creare problemi di postura e dolore. I sintomi della cifosi patologica nei bambini sono innanzitutto una postura scorretta e la schiena incurvata. Con il passare del tempo questi sintomi evolvono in dolore e rigidità alla schiena, indolenzimento diffuso a carino della colonna e affaticamento, cioè stanchezza a stare in piedi o seduti o nella stessa posizione.

Per curare e prevenire la cifosi patologica bisogna stare dritti con la schiena, evitare di passare troppe ore seduti e soprattutto fare movimento, fare sport, correre all’aria aperta e, in generale, avere una vita attiva. Se i bambini manifestano i primi sintomi di cifosi e in generale di problemi alla schiena, possono fare uno sport e fare la ginnastica posturale o correttiva per imparare a stare dritti.

  • shares
  • Mail