Crosta lattea nei neonati, rimedi

Quali sono i rimedi migliori per curare la crosta lattea, disturbo che colpisce soprattutto i lattanti nei primi sei mesi di vita.

i neonati non vanno mai baciati

La crosta lattea è un disturbo abbastanza comune nei neonati, che di solito si manifesta nei primi sei mesi di vita, durante l’allattamento, e con il tempo si risolve. È una forma di dermatite seborroica, perché caratterizzata da croste e squame gialle e untuose, che si manifestano soprattutto sul cuoio capelluto, estendendosi a sopracciglia, fronte, lati del naso, mento e zona dietro le orecchie. In alcuni bambini, può comparire anche nelle pieghe inguinali.

Come mai? La causa non è ancora nota. È causata da produzione in eccesso di sebo, ma non si sa quali siano i fattori scatenanti. Di solito i bambini con questo tipo di dermatite sono più soggetti anche alla dermatite atopica. Come si cura? Bisogna evitare di staccare le croste, perché potresti creare delle lesioni cutanee o stimolare un ulteriore produzione di sebo.

Quello che puoi fare è lavare la zona desquamata con prodotti appositi, a base di oli vegetali, sostanze emollienti o a base oleosa. Nei casi più gravi, potrebbe essere necessaria l’applicazione di una creme a base di cortisone da usare per alleviare i sintomi e, dopo i sei mesi di età, un farmaco antistaminico per bocca, per combattere il prurito. Lo dovrà stabilire il medico.

Inoltre, fai attenzione all’abbigliamento (niente fibre sintetiche) e ai prodotti (da evitare i detergenti troppo aggressivi o contenenti profumi.

  • shares
  • Mail