Chiusura scuola per coronavirus: come si recuperano i giorni persi?

Che cosa succedere a questo anno accademico: la scuola sarà prolungata o tutti promossi con il 6 politico?

A scuola senza zaino

La chiusura della scuola per coronavirus ha messo in crisi le famiglie e sono tanti i dubbi: perderanno l’anno scolastico, potranno recuperare i giorni? Purtroppo le risposte sono ancora poche. Una cosa è sicura: l’anno sarà convalidato anche se la frequenza sarà inferiore ai 200 canonici giorni stabiliti per legge.

Il governo per il momento ha deciso di chiuderle in tutta Italia da giovedì 5 marzo a sabato 14, con ritorno in classe lunedì 16 marzo. Ovviamente non si sa se il 16 marzo i nostri figli saranno seduti ai loro banchi, dipende dall’evoluzione del contagio. In Lombardia, per esempio, la prossima sarà la terza settimana di chiusura.

In questo momento non c’è stata nessuna comunicazione ufficiale sulle revisioni dei programmi e sul prolungamento a giugno dell’anno accademico. Probabilmente nei prossimi giorni, se l’epidemia da Covid-19 dovesse estendersi saranno prese delle misure specifiche. Per quanto riguarda le gite scolastiche, sono state vietate fino al 15 marzo, ma anche questo paletto è momentaneo e probabilmente sarà nuovamente esteso.

Per ora non sono previste indicazioni su questo tema: se la chiusura si prolungasse è possibile che il ministero intervenga con misure specifiche. Per attivare la didattica a distanza è necessario l’ok del collegio dei docenti, quindi è probabile che ci voglia qualche giorno perché le scuole (quelle che potranno farlo) attivino questa modalità. C’è invece allo studio un piano di emergenza per le maturità, che si faranno con commissioni che terranno conto di quanto accaduto in questi mesi

Sono state sospese le prove Invalsi valide per l’ammissione all’esame di Maturità previste per il mese di marzo. L’Istituto di valutazione è pronto a varare un nuovo calendario. In alcune scuole le prove si sono già svolte nei giorni scorsi.

  • shares
  • Mail