Coronavirus: la Regione Lombardia chiede il congedo parentale per i genitori

Per contenere il Coronavirus le scuole sono state chiuse fino al 15 marzo, la Regione Lombardia chiede congedo parentale per i genitori.

Coronavirus, Lombardia chiede congedo parentale per genitori

L’emergenza Coronavirus non accenna a placarsi, i casi aumentano di giorno in giorno e il Governo ha preso delle sagge decisioni per cercare di contenere la diffusione del virus. Le scuole rimarranno chiuse fino al 15 marzo per diminuire il più possibile il rischio di contagio. Il problema serio e urgente delle famiglie è che i bambini restano a casa, ma mamme e papà devono andare a lavorare e quindi in molti casi non si sa a chi lasciare i bambini.

La la scelta di chiudere tutte le scuole italiane è arrivata da un momento all’altro e non c’è stato il tempo materiale per potersi organizzare e trovare una soluzione. Per molte famiglie la situazione è davvero difficile, soprattutto quelle in cui i nonni o altri parenti sono lontani e non possono dare una mano. Senza contare il fatto che, soprattutto in alcune zone, dove il virus è molto diffuso, non è così semplice decidere di chiedere aiuto o affidare i propri figli a qualcuno.

La Regione Lombardia ha formalmente chiesto al governo di poter permettere a un genitore di accudire i figli e di ottenere quindi un congedo parentale. Il governatore Attilio Fontana ha annunciato questa richiesta in una conferenza stampa, proprio perché si è reso conto dell’emergenza.

Fabrizio Sala, il vicepresidente della Regione Lombardia ha dichiarato:

“L’idea è che un genitore possa stare a casa, con un ristoro ad accudire i figli in attesa che riprendano le lezioni scolastiche. Abbiamo fatto questa richiesta: vediamo se il governo riuscirà a realizzarla”.

Fabrizio Sala

Purtroppo è necessario fare sacrifici e occuparsi della salute pubblica e della nostra. Senza allarmismi, ma con tanta pazienza e molto senso civico.

Foto | Pixabay

  • shares
  • Mail