Coronavirus, bimba nasce a Milano e incontra i nonni per la prima volta in videochiamata

I nonni non hanno potuto raggiungere la nipotina per conoscerla subito dopo il parto a causa del Coronavirus.

Ci sono momenti di grande gioia e festeggiamenti, ma nell’Italia del Coronavirus le feste e gli abbracci devono essere rinviati. La piccola Emma è nata in questi giorni all’ospedale pediatrico "Buzzi" di Milano, ma non ha potuto conoscere i suoi nonni e i suoi parenti, solo mamma e papà. Per fortuna la tecnologie è stata d’aiuto: una videochiamata ha permesso alla famiglia di incontrare seppur virtualmente la nuova arrivata.

"Nulla avrebbe potuto scalfire la nostra gioia"

Hanno raccontato i genitori:

"Avrebbe dovuto nascere il 26 febbraio, cinque giorni dopo il primo caso di coronavirus in Regione. Poi, forse ha capito che era meglio aspettare ma non è cambiato nulla, anzi, la situazione è peggiorata".

E poi hanno aggiunto scherzando:

“Quando crescerà forse la prenderanno in giro perché nata in un periodo storico particolare, ma noi siamo convinti, così come ci hanno detto le ostetriche, che lei sarà più forte degli altri”.

Succede anche questo. Non è una tragedia, è una situazione si spera momentanea e che si risolva prestissimo. Sicuramente la piccola Emma potrà conoscere quanto prima la sua famiglia, in un clima più di disteso di quello che si sta vivendo attualmente.

  • shares
  • Mail