Festa del papà ai tempi del coronavirus, i consigli dell’Unicef

Buona festa del papà a tutti i papà, da quelli a casa con i bambini a quelli in prima linea che stanno combattendo il coronavirus da parte dell’Unicef.

papà

È una festa del papà diversa dal solito. Il coronavirus ha rivoluzionato le nostre vite che attendo di tornare alla normalità, mentre lottano tutti i giorni con la paura. Unicef ha deciso di ricordare tutti i papà e di rinnovare alcuni consigli fondamentali per la salute.

“In questo momento di difficoltà, l’impegno dell’UNICEF Italia non si ferma. Oggi in occasione della festa del papà vogliamo dedicare questa giornata a tutti i genitori che stanno affrontando l’emergenza coronavirus con grande responsabilità, in particolare a tutti i papà medici, infermieri e il personale impiegato nelle strutture sanitarie, i volontari, che lavorano senza sosta per proteggere la salute di tutti noi”.

Ha dichiarato Francesco Samengo, Presidente dell’UNICEF Italia, ricordando che attraverso il sito dell’organizzazione è possibile raccoglie proposte e suggerimenti per parlare con i propri bambini e svolgere insieme attività creative.

È molto importante spiegare questa emergenza ai piccoli, bisogna però farlo usando le parole giuste e comunicando il disagio senza trasmettere ansia. Unicef fornisce importanti strumenti e anche diverse attività di intrattenimento, come le istruzioni per realizzare l’acquario sostenibile, l’orto in casa, il percorso a ostacoli, il lenzuolo magico e la sagoma umana.

Sempre sul sito puoi trovare un libro da scaricare e stampare per disegnare e colorare e le Fiabe sonore al tempo del Coronavirus: tratte dal libro “L’lsola degli Smemorati”, scritto per l’UNICEF dalla grande autrice e Goodwill Ambassador Banca Pitzorno, ispirato alla Convenzione sui diritti dell’infanzia e l’adolescenza.

  • shares
  • Mail