La mamma guarisce dal Coronavirus e il figlio di 9 anni sconfigge la leucemia

Una mamma di Palermo sconfigge il Coronavirus e il figlio di 9 anni guarisce dalla leucemia-

mamma vince il coronavirus, il figlio sconfigge la leucemia

In questo periodo di emergenza Covid-19 sono tante le famiglie che hanno dovuto affrontare situazioni gravi e preoccupanti. In Sicilia una signora di 40 anni ha contratto il Coronavirus a lavoro, ma in casa aveva un figlio che stava combattendo contro la leucemia. Dopo quasi due mesi lontana da casa, finalmente sono arrivate delle splendide notizie per Benedetta: lei è guarita dal Coronavirus e suo figlio ha sconfitto la leucemia linfoblastica.

Benedetta è una delle tre persone che ha contratto il Coronavirus al call center Comdata di Palermo. A metà marzo inizia a non sentirsi bene e aveva febbre e spossatezza, si preoccupa subito e contatta la pediatra del figlio. Il medico le consiglia di isolarsi e di mantenere una distanza di 3 metri dai suoi familiari.

8 giorni dopo i primi sintomi le viene fatto il tampone che risulta positivo. Benedetta viene ricoverata al pronto soccorso dell’ospedale Cervello di Palermo dove le fanno una tac e poi trasferita l’hanno al Covid-hospital di Partinico. La donna affronta giorni durissimi: il virus e aggressivo e le viene messi il casco di ventilazione, ma non basta e quindi l’hanno anche intubata. Per 8 giorni è stata in coma e poi, pian piano, è iniziata la lenta ripresa.

La donna è stata forte e ha resistito, una volta guarita e con le dimissioni in mano, i medici le hanno rivelato che aveva solo il 25% di probabilità di farcela. Il 2 maggio Benedetta è stata dimessa ed è tornata a casa, la cosa bella è che stando attentissima sin dai primi sintomi è riuscita a proteggere i suoi familiari e a non contagiare nessuno.

Mamma Benedetta ha raccontato:

“Quando ho cominciato a non star bene, temendo di poter provocare problemi a mio figlio che è immunodepresso,ho chiamata la pediatra. Mi aveva già dato una mano a salvarlo con il suo tempestivo sospetto di diagnosi quando nel 2016 si ammalò di leucemia. E anche stavolta mi ha dato le istruzioni giuste. Mi sono isolata e ho tenuto tutti e tre a distanza anche senza essere certa di aver contratto il virus. Quando sono precipitata nel coma ho avuto davanti a me l’oscurità. La sensazione che mi rimane è di avere visto cosa c’è oltre. Ero gravissima ed ero nel panico. Mi sono rivolta a Dio e gli ho detto: ho Andrea di 9 anni, deve fare la comunione. Ho Arianna di 5 anni, deve andare in prima elementare. Decidi tu”.

Benedetta

La mamma guarita dal Coronavirus ha raccontato anche della prima videochiamata con i figli:

“Andrea è scoppiato a piangere, Arianna appresso a lui. Ero debole ma felice. Fate del vostro meglio per lei, diceva Andrea a chi era lì a curarmi, il mio bambino che di medici ne ha conosciuti tanti”.

Benedetta

Tutto è bene quel che finisce bene.

Foto | Pixabay
Via | vanityfair

  • shares
  • Mail