Bambini e post-lockdown: consigli per avere una vita attiva

I consigli di Bebeblog per insegnare ai bambini ad avere una vita attiva dopo la pigrizia del lockdown.

bambini post lockdown

I lunghi mesi del lockdown sono ormai un lontano ricordo, abbiamo ricominciato a vivere quasi normalmente e a fare un po’ tutto quello che vogliamo, ovviamente con tutte le precauzioni del caso. Ognuno di noi ha vissuto la quarantena in modo diverso e lo stesso vale anche i bimbi. Alcuni hanno vissuto l’isolamento più serenamente, altri con insofferenza o nervosismo. Adesso che siamo più liberi possiamo riprendere le buone abitudini di sempre, mangiare meglio e soprattutto fare sport all’aria aperta.

L’estate è la stagione perfetta per rimettersi in forma e scrollarci di dosso la pigrizia della quarantena, quando molti di noi hanno reagito mangiando di più e non si sono mossi dal divano. La bella stagione è ricca di frutta buonissima e dolce che può essere utilizzata come alternativa a dolci e gelati a merenda o dopo i pasti principali.

Potete coinvolgere i bambini in cucina e preparare insieme delle macedonie oppure dei frullati o dei golosi smoothie, ma anche dei ghiaccioli leggeri con frutta e yogurt. Cercate di limitare i gelati, le brioche e le merende confezionate a poche volte a settimana e, magari, dopo una bella passeggiata.

Via libera anche alle passeggiate all’aria aperta, alle gite in montagna e alle camminate a piedi. Potete per esempio andare a piedi a trovare i nonni o qualche cuginetto, oppure fare qualche commissione, in modo da avere una vita più attiva.

I bambini vanno educati sin da piccoli ad avere una vita attiva, a fare cose a piedi, a muoversi e a non essere pigri e vedrete che questo percorso farà bene anche a voi.

Foto | Pixabay

  • shares
  • Mail