Bimba prematura con diabete neonatale operata a Napoli

Una bambina prematura con diabete neonatale è stata operata a Napoli a soli 20 giorni per impiantarle un microinfusore integrato con sensore continuo di glicemia.

Bimba prematura con diabete neonatale

Una bimba prematura e affetta da diabete neonatale è nata in Campania circa 20 giorni fa. Un inizio un po’ complicato per questa bambina che è stata subito sottoposta a un intervento chirurgico per regolare la glicemia. Il diabete neonatale è una malattia rara e che richiede moltissima attenzione, non è facile mantenere livelli costanti di glucosio quando si è così piccoli e gli sbalzi di zuccheri nel sangue possono rivelarsi molto pericolosi.

A pochi giorni dalla nascita, è stato impiantato nella bimba un microinfusore integrato con sensore continuo di glicemia che può sospendere in automatico l'erogazione d'insulina. Questo dispositivo è anche predittivo ed è in grado di segnalare se il paziente va in ipo glicemia o in iper glicemia. L’intervento è stato eseguito nell'azienda ospedaliera universitaria Luigi Vanvitelli, dove la piccola è ricoverata nel reparto di Terapia intensiva neonatale.

La bambina è stata seguita da più team medici, con diverse specializzazioni, per tenere sotto controllo il diabete, crescere e mettersi in forze. La paziente è stata inizialmente ricoverata e curata nell'ospedale “Moscati" di Avellino da pediatri, neonatologi e diabetologi neonatali che hanno cercato la procedura migliore per il suo caso.

Poi è stata seguita dalla Clinica Diabetologica Pediatrica "G.Stoppoloni" che è uno dei centri d’eccellenza per il diabete neonatale e dove si appoggiano un po’ tutti gli ospedali italiani. Adesso la bambina è ricoverata in Terapia Intensiva neonatale, reparto guidato da Mauro Carpentieri, dove è costantemente monitorata per valutare come reagisce all’impianto del microinfusore integrato.

via | napoli.repubblica
Foto | Pro File da Pixabay

  • shares
  • Mail