Mascherine a scuola, il Cts ci ripensa: vanno bene anche quelle in tessuto

Via libera anche alle mascherine in tessuto, purché adeguatamente igienizzate e lavate ogni giorno.

Coronavirus problemi cervello bambini

Buone notizie per i genitori che apprezzano le mascherine in tessuto. Nei giorni scorsi sembravano non essere adatte alla scuola. Il Comitato Tecnico Scientifico ha rettificato la sua posizione: possono essere usate, a patto che vengano lavate e disinfettate tutti i giorni.

Quindi le mascherine al termine della giornata scolastica devono essere prelevate dai genitori e, lavate e disinfettate, prima di un nuovo utilizzo. Indossarle nuovamente, anche quando sembrano pulite, potrebbe essere dannoso, perché veicolo di infezione. Ciò, però, vale anche per le chirurgiche: dopo 4 ore sul viso o, comunque, dopo una giornata di utilizzo vanno buttate.

Perché il Cts aveva fatto cadere la sua scelta sui dpi? Sono uguali per tutti (proprio come i grembiulini) e offrono garanzie di protezione perché sono confezionate per proteggere. Può capitare, però, che la scuola rimanga senza mascherine.

Le mascherine saranno fornite agli studenti direttamente dagli istituti che in questi giorni stanno ricevendo i dispositivi direttamente dal commissario straordinario. Lo stesso Arcuri ha ribadito ai dirigenti scolastici che ci saranno 11 milioni al giorno per studenti e insegnanti e personale scolastico. E allora, via libera alla mascherina in tessuto. Ciò che conta veramente è che sia indossata correttamente.

  • shares
  • Mail