La dermatite atopica nei neonati: la cura e i rimedi per guarire

dermatite-atopica-neonatiLa dermatite atopica è una delle malattie più comuni che colpisce la cute dei neonati. Riguarda il 10-15 per cento dei bimbi nei primi anni di vita, ma solitamente intorno ai 4 anni d'età tende a regredire, per cui non deve destare particolari preoccupazioni.

Colpisce solitamente il volto e le pieghe cutanee -collo, gomito, ginocchia- e provoca intenso prurito e secchezza della pelle. I piccoli sono potenzialmente delicati e predisposti alle allergie per cui è bene farli soggiornare in un ambiente il più possibile igienico, ad una temperatura compresa tra 18-20 °C. Evitate la presenza di animali domestici in casa e che il piccolo sia a contatto con polvere e oggetti che possa attrarla facilmente -vedi peluche o pupazzi-.

Per quanto riguarda gli indumenti che il piccolo deve indossare è meglio se sono in cotone o lino facendo attenzione a non coprirlo troppo per evitare un'eccessiva sudorazione che aumenti l'arrossamento. Per quanto riguarda l'igiene quotidiana è meglio fare un bagnetto breve senza usare sapone ma oli da bagno senza profumi e coloranti, e in acqua non troppo calda.

Questi sono i rimedi "casalinghi". Se poi il prurito e la preoccupazione prendono il sopravvento consigliatevi con il pediatra per un'eventuale cura, facendovi prescrivere un antistaminico per bocca. I cortisonici è meglio evitarli.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail