Si può correre in gravidanza o fa male al bambino?

correre in gravidanza

Correre in gravidanza non fa male al bambino e non può che far bene alla futura mamma. Molto spesso si pensa che durante i nove mesi la donna debba stare il più possibile a riposo, ma un po' di sana e attenta attività fisica non può che far bene. Certo, bisogna fare attenzione a come e quanto si corre, ma sicuramente il vostro ginecologo saprà consigliarvi al meglio: ogni gravidanza, infatti è a se stante.

Se la donna in dolce attesa non presenta problemi e se la gravidanza procede nel migliore dei modi, allora una corsetta ogni tanto non può che far bene, ovviamente con le dovute precauzioni: come in ogni cosa durante quei nove magici mesi, bisogna fare attenzione, ma non bisogna comunque privarsi di ogni cosa solo perché si è incinta!

Se si decide di continuare a correre durante la gravidanza o continuare l'attività fisica che si faceva prima, bisogna comunque tener conto di alcuni fattori che potrebbero danneggiare il feto, come l'aumento delle pulsazioni in corsa e l'innalzamento della temperatura del corpo. Per le donne che non superano i 20 anni di età i battiti dovrebbero rimanere sotto i 155 al minuto, per le donne tra i 20 e i 30 non dovrebbero superare i 150 nattiti, tra i 30 e i 40 dovrebbero rimanere sotto i 145 e oltre non dovrebbero superare i 140 battiti al minuto.

La temperatura corporea deve essere mantenuta non troppo elevata: cercate di correre nelle ore più fresche della giornata, non arrivate al punto di rimanere senza fiato, correte piano, con calma, per non affaticarvi troppo. Dei consigli che non limitano certo la vostra voglia di correre: ovviamente dovete tenere conto che siete in due adesso!

Gli esperti consigliano, dunque, di non esagerare, anche con la frequenza: quattro volte a settimana, per un massimo di un'ora, è più che sufficiente. Dopo la nascita del bambino, le donne che hanno partorito naturalmente potranno riprendere i ritmi di prima dopo un mesetto dalla nascita (la corsa e l'attività fisica non interferiscono con l'allattamento), mentre chi ha subito un cesareo dovrà aspettare dalle 7 alle 10 settimane!

Via | Albanesi

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail