Genitori mostrano il tatuaggio della pompa di insulina del figlio malato di diabete

tatuaggio-pompa-insulina-figlio I bambini temono di essere derisi, di non essere considerati allo stesso modo degli altri coetanei, temono di essere diversi rispetto alla massa degli amici o dei compagni di scuola.

La stessa paura di Jacob Aumond, un bambino di 5 anni che risiede in Quebec, malato di diabete di Tipo 1, e che per poter sopravvivere ha bisogno di una pompa di insulina programmata per distribuire l'insulina nell'organismo tramite un tubo di plastica. Nessuno dei suoi compagni di classe ne indossa una, per cui si sente solo e diverso. Mamma Camille e papà Philippe hanno, così, pensato a qualcosa di speciale per sostenere il piccolo nei momenti di solitudine o sconforto, per dimostrare quanto fossero vicino al loro cucciolo.

"Lei -la mamma di Jacob- gli spiegò che tutti i bambini hanno le loro differenze, alcuni indossano occhiali, altri portano l'apparecchio o sono su una sedie a rotelle. Un altro adolescente della zona, aveva una pompa, ma nessuno della sua età."

I genitori non potevano usare dei microinfusori reali, non essendo malati, ma hanno pensato ad un tatuaggio che avrebbe aiutato a placare la solitudine del figlio. Hanno cercato sul web qualcuno che potesse aiutarli e hanno scovato l'artista Bruno Oeuvray che ha realizzato il tatuaggio sul corpo di mamma e papà, per illustrare il legame tra genitori e figlio.

Il tatuaggio di Aumond ha una stringa di filo spinato con cui il tubo di plastica -catetere- è collegato alla pompa, mentre il tatuaggio della Boivin, dal catetere, percorre la sua schiena per poi trasformarsi in un ramo di mandorlo con fiori rosa. Il dolore viene trasformato in speranza per guardare al futuro in maniera positiva.

Al top potete scorgere il tenero sorriso di Jacob avvolto dal calore dei genitori. Se volete conoscere la storia e il percorso del bimbo coraggioso e dalla grande gioia di vivere, collegatevi al blog di mamma Camille.

Via | NeatoBambino
Foto | Camille Boivin @Twitter

  • shares
  • Mail