Bambina di 20 mesi con una matita nel cervello salvata dai medici

Olivia Smith

Olivia Smith è una bambina di appena 20 mesi che è già stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico, che per fortuna è andato bene: la piccola, che vive con i genitori a New Boston, nel New Hampshire, aveva una matita conficcata nella testa. Stava colorando, quando è caduta dalla sedia dove si trovava: in mano aveva una matita arancione, che le si è conficcata nell'occhio destro, trapassandolo e penetrando di 10 centimetri nel cranio.

Per fortuna questo incidente domestico non ha avuto conseguenze gravi per la piccola bambina, che è stata operata da un'equipe formata da una cinquantina di medici, che sono riusciti ad asportare con successo la matita che si trovava nel suo cervello.

La bambina, dopo questo bruttissimo incidente domestico, è stata trasportata all'ospedale pediatrico di Boston, nel Massachussetts, in elicottero, dove subito è stata sottoposta ad un intervento: per fortuna la matita non aveva toccato nessun punto vitale, passando dall'occhio destro e attraversando il cervello per arrivare all'orecchio sinistro.

Susie Smith, la mamma della piccola, aveva paura che Olivia morisse tra le sue braccia. La radiografia del suo cranio è davvero impressionante e i medici che l'hanno operata ancora non si spiegano come non abbia potuto avere danni da questo piccolo incidente. Durante l'intervento, durato tre ore, Olivia ha subito tre piccoli ictus, ma dopo una breve degenza in ospedale è potuta tornare a casa sua. Ed ora sta bene: i dottori escludono danni permanenti.

Un incidente che poteva avere risvolti più drammatici, ma che per fortuna si è risolto nel migliore dei modi: Olivia può ritenersi una bimba fortunata!

Foto | Die Welt

Via | Corriere

  • shares
  • Mail