I cartoni animati anni 80 da rivedere su YouTube

cartoni-animati-anni-80 E' il 1978 l'anno che segnò la svolta della programmazione animata per bambini con l'avvento degli anime dal Giappone. Il primo anime ad essere importato è Atlas Ufo Robot, meglio conosciuto come Goldrake trasmesso per la prima volta, ad aprile di quell'anno storico, su Raidue: si trattava della prima serie robotica giapponese a cartoni animati ad apparire sui nostri schermi che aveva come personaggio principale un robottone da combattimento avanzatissimo e il suo pilota Actarus.

Da lì, e per tutti gli anni 80, fu un susseguirsi di serie animate giapponesi robotiche, avventurose, dai plot intriganti, con personaggi più complessi dal punto di vista caratteriale e descritti con cura nei risvolti più intimi. Decisamente diversi dalle storie dalle tematiche classiche proposte dai colossi americani come Warner Brothers, Hanna e Barbera e dai film d'animazione Disney con teneri personaggi come protagonisti. Basti pensare a Tom e Jerry, a Gatto Silvestro, a Scooby Doo o ai Flintstones, che non avevano nulla a che fare con Capitan Harlock, Candy Candy, Gundam o Lupin.

Eppure anche gli anime erano fortemente educativi -nonostante alcuni li considerassero e li considerano ancora adesso violenti- e trasmettevano ai bambini ideali come la giustizia, la libertà, l'amicizia, la solidarietà. Quanto fosse fondamentale lavorare in gruppo per il bene della comunità.

Le serie che invasero l'Italia negli anni 80 sono numerose ed è difficile fare un elenco. Per scoprire gli anime robotici, le serie destinate alle bambine -shojo- e i cartoni di fantascienza o d'azione, ma anche le serie americane, vi rimando ad un paio di video e al sito Cartonionline con un archivio delle serie che hanno fatto epoca e sono impresse nel nostri immaginario.

Può essere un modo per scoprire, assieme ai vostri bambini, quale serie animata è la più divertente. A quel punto collegatevi a youtube -qui e qui- per rivedere e godervi il pomeriggio con le perle che hanno segnato la nostra infanzia, e dato lustro alla storia dell'animazione.

  • shares
  • Mail