I sintomi dell'indigestione nel neonato e i migliori rimedi

L’indigestione nel bambino è abbastanza comune, quindi non spaventatevi ma cercate di capire come mai non si sia sentito bene. Di solito si manifesta con nausea e diarrea.



Il disturbo, inoltre, si può sospettare dal colorito pallido del piccolo. Quali sono le cause? Può aver mangiato troppo velocemente oppure può essere stato costretto a mangiare un po’ troppo.

Non lo si fa apposta, ma per troppo amore. Ci sono mamme che hanno una tabella delle poppate e preoccupate che i bimbi non abbiano nutrimento a sufficienza obbligano il neonato ad attaccarsi al seno o forzano comunque l’alimentazione. Il risultato? Vomito e indigestione.

Come si cura? Il bambino va tenuto tranquillo e lasciato riposare. Se ha mal di pancia, massaggiategli l’addome delicatamente in senso orario e tenetelo al caldo. Potreste anche utilizzare le mini boule, appena tiepida, da inserire nel lettino. Lasciatelo poi a digiuno. La poppata a richiesta è sempre la soluzione migliore, perché bisogna ricordarsi che il bimbo non mangia perché ne ha voglia ma perché ne ha bisogno. Fa parte del suo istinto naturale.

Altra regola è non far passare mai troppo tempo tra una poppata e l’altra. Per quale motivo? Il bambino mangerà troppo velocemente e rischierà poi di non digerire e di vomitare. È molto meglio essere regolari e lasciare che almeno per le prime settimane, l’orologio biologico del pupo, indichi i tempi della pappa.

Foto | publicdomainpictures.net

  • shares
  • Mail