Le proprietà della pomata alla calendula contro la dermatite da pannolino

La dermatite da pannolino è un classico e purtroppo è un disturbo diffuso. Come si può dare un po’ di sollievo ai bambini?



La pomata alla calendula è considerato un rimedio eccellente per migliorare la dermatite da pannolino, tipica dei primi mesi di vita del bimbo o anche a seguito dello sfregamento, dovuto al caldo o al costumino bagnato. La Calendula è una pianta erbacea annuale, ricca di antiossidanti e dai cui fiori si può estrarre un ottimo olio essenziale. Questo prodotto fitoterapico è conosciuto per la cura e per la pulizia della pelle e perché accelera la guarigione delle ferite.

Sono numerosissime le buone creme alla calendula e le potete trovare in farmacia come in erboristeria. Tra le marche migliori, c’è la Weleda. In questo caso, la pomata contiene pura cera d’api, lanolina e ossido di zinco che formano un naturale strato protettivo in grado di contrastare gli effetti dell’umidità del pannolino sulla pelle del bebè. È ideale in caso di arrossamenti e irritazioni cutanee.

Quasi tutte le pomate contengono tintura madre di calendula e vaselina, ingredienti che fungono da ottimo calmante, che porta rapidamente alla guarigione tagli, lacerazioni, screpolature alle mani e alle gambe, e piccole ferite settiche. Come si usa sul sederino del bambino?

È molto facile dopo aver lavato il sederino del bambino applicate la pomata. Se avete l’occasione, lasciatelo un po’ respirare senza pannolino. La pelle è molto delicata e ha bisogno di prendere aria. Altrimenti provvedete al cambio.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail