Anna Jarvis e la festa della Mamma: chi è la donna che l’ha inventata?

La festa della Mamma si celebra ormai in tutto il Pianeta, ma come è iniziata la storia di questa festività? E chi l’ha inventata?

di miriam

Dopo la festa del Papà che si è svolta a marzo, tra poche settimane arriverà il momento di celebrare tutte le mamme del mondo. La festa della Mamma si festeggia in Italia la seconda domenica di maggio, quindi tra poco meno di un mese. Ma chi è che ha inventato questa celebrazione? Quali sono le origini della festa della Mamma?

La festività, come noi la conosciamo, nasce nel 1914, e arriva -come anche la festa del Papà del resto- direttamente dagli Stati Uniti d’America. Anna M. Jarvis è chi ha iniziato questa tradizione civile dedicata alle madri. Lady Jervis era un insegnante della Andrews Methodist Church di Grafton, nel West Virginia; per rendere omaggio all’adorata madre deceduta, lottò in tuttti i modi per rendere ufficiale nel calendario dei giorni festivi americani, una giornata dedicata a tutte le mamme.

Anna Jarvis si lanciò in una vera e propria missione e inviò lettere a ministri e membri del Congresso. Il Mother’s Day venne festeggiato per la prima volta nel 1908, come memoriale in onore alla madre della Jarvis, un’attivista a favore della pace. Ma è nel 1914 che finalmente il presidente Woodrow Wilson ufficializza la festa della Mamma chiesta dalla Jervis con la delibera del Congresso e stabilisce come data per l’appunto, la seconda domenica di maggio.

In Italia abbiamo iniziato a festeggiare la festa della Mamma negli anni 50, introdotta da Raul Zaccari, senatore e sindaco di Bordighera, e venne celebrata per la prima volta proprio a Bordighera la seconda domenica di maggio del 1956.

Foto | Getty Images

I Video di Bebèblog

Cosa succede subito dopo il parto?