Come sempre, ogni bambino ha i suoi tempi, ma poco dopo i tre anni, arriva lo stadio “voglio fare da solo” e a noi genitori spetta il compito d’incoraggiarli su questa strada e lodarli per ogni piccolo successo. Il segreto è armarsi di pazienza, perché sicuramente i tentativi di autonomia ci faranno perdere tempo, le cose saranno fatte “male” rispetto al solito e i bambini potrebbero esternare vigorosamente la propria frustrazione per i tentativi andati a vuoto.

Per quanto riguarda il vestirsi da solo, qualche trucchetto può aiutarci a insegnare ai bambini a cavarsela: preparate la sera prima i vestiti che vorreste che i bambini indossassero la mattina dopo, prevedendo due alternative tra cui farli scegliere, in modo che una scelta troppo ampia non li mandi in confusione e che non si mettano vestiti improponibili.

A questo punto, se i bambini sono un po’ pigri e magari si stufano dopo essersi messi le mutande, provate a incentivarli dicendo loro che se finiscono di vestirsi prima di voi, potranno dirvi “dai sbrigati, fai in fretta”, ecc proprio come facciamo di solito con loro. L’inversione di ruoli sarà molto apprezzata dai piccoli e fare una sorta di gara per vedere chi si veste prima li spingerà a vestirsi da soli.

Quello che ho scritto rappresenta la mia esperienza personale, ma aspetto i vostri commenti per sapere quali strategie avete usato per insegnare ai vostri figli a vestirsi da soli.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Crescita Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più

Compiti per le vacanze estive: consigli utili