Il bentelan è un farmaco molto conosciuto, soprattutto per la cura dell’asma e delle allergopatie gravi. Si può somministrare ai bambini? In gravidanza e nella prima infanzia, il prodotto va dato solo in casi di effettiva necessità. Mi raccomando non fate mai da sole: ci deve essere la prescrizione del medico.

La stessa precauzione deve essere presa durante l’allattamento, perché i corticosteroidi (e il Bentelan fa parte di questa famiglia) passano direttamente nel latte materno. Che dosaggio deve avere? Secondo il foglietto illustrativo, per i bambini si consigliano 0,1-0,2 mg/Kg di peso corporeo al giorno.

Le compresse di questo farmaco sono state studiate e rese divisibili a metà per facilitare l’aggiustamento della posologia. Siete preoccupate perché il bambino fa fatica a ingoiare i farmaci? La solubilità in acqua (sono compresse effervescenti ndr.) consente una somministrazione molto più pratica e facile. Si possono diluire 0,5-1 mg in 1-2 ml di acqua per fare l’aerosol. Ovviamente il farmaco deve essere sciolto solo al momento dell’uso. Mai prima e mai lasciarlo aperto.

Il cortisone ha effetti collaterali? È inutile negarlo, la risposta è sì. Il betametasone è il cortisonico che presenta il minor rischio di effetti collaterali e la maggior efficacia. è assorbito velocemente dallo stomaco e di conseguenza poco lesivo per le pareti gastriche. È ovvio, la terapia non può protrarsi troppo a lungo: non deve superare i 15/30 giorni.

Via | Torrino Medica
Foto | Flickr

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Salute Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più

PAW Patrol | Laviamoci le mani insieme