La dermatite seborroica colpisce principalmente il cuoio capelluto. Nei bambini, se molto piccolo, si può chiamare semplicemente crosta lattea e si manifesta come una sorta di eritema caratterizzato da delle squame giallastre, che possono essere collocate sulla testa, ma anche sulla fronte e nella zona del collo, delle ascelle e del pannolino.

Non è bella da vedersi, ma non è grave. Bisogna avere l’accortezza di asciugare bene il bimbo nelle zone in cui è colpito da dermatite dopo il bagnetto e fare attenzione anche al sudore. Nella maggior parte dei casi, si risolve senza problemi, per altri piccoli potrebbe essere la prima manifestazione di psoriasi o di dermatiti atopiche.

Se il bambino è più grande e deve fare i conti con la dermatite seborroica, potrebbe essere d’aiuto fare attenzione all’alimentazione, che deve essere ricca di grassi saturi e zuccheri. Inoltre, fate in modo che il bimbo mangi pesce azzurro, ricco di acidi grassi polinsaturi. La dieta mediterranea in questo senso è di grandissimo aiuto.

Un’altra cosa importante è evitare che si tocchi la zona irritata, soprattutto i capelli. Purtroppo le croste possono causare prurito, ma è necessario avere l’accortezza di avere mani molto pulite. È un attimo aumentare l’unto dei capelli. Infine, il bimbo deve lavarsi i capelli con uno shampoo molto delicato (non sono indicati gli antiforfora).

Via | My Personal Trainer
Foto | Flickr

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Salute Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più

PAW Patrol | Laviamoci le mani insieme