Se siete incinte non sarete più nella pelle dalla gioia ma nel corso delle analisi del sangue, che solitamente vengono affettuate tra la 24esima e la 28esima settimana di gestazione, il valore glicemico è risultato alterato. E probabilmente il ginecologo vi avrà diagnosticato una forma di diabete gestazionale.

Con il diabete gestazionale l’organismo non riesce a produrre abbastanza insulina e quindi non è in grado di controllare i livelli di glucosio nel sangue. Non è una questione preoccupante e si verifica nel 5 per cento circa delle gravidanze. A fine gravidanza scompare, ma bisogna tenere sotto controllo la glicemia per non arrecare danni al feto. Essenziale è seguire una dieta da 1800 Kcal.

In particolare bisogna ridurre il consumo dei carboidrati -50-60 per cento, meglio se integrali- ed evitare la frutta secca e quella fresca più ricca di zuccheri come le banane, i fichi, l’uva, e i cachi. Evitare marmellata, zucchero, caramelle e dolci. Bere molta acqua ed evitare assolutamente bevande dolci e superalcolici, oltre a consumare 2 o 3 frutti al giorno e verdure a volontà. In merito alle proteine -20 per cento- è bene mangiare quelle di origine animale alternate a quelle di origine vegetale -legumi-. E i grassi bisogna evitarli? I grassi di origine animale sì, sono permessi gli olii vegetali -25 per cento-.

Ad ogni modo fatevi consigliare dal vostro ginecologo che vi indicherà se è il caso di fare una visita presso un centro diabetico. Lì sapranno prescrivervi la dieta più adatta al vostro particolare organismo.

Via | Farmacoecura

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Gravidanza Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più

PAW Patrol | Laviamoci le mani insieme