Abbronzatura nei bambini, cosa fare con le chiazze o le macchie sulla pelle

Quando si parla di abbronzatura e di bambini bisogna fare molta attenzione, perché è un tema decisamente delicato. Ecco cosa fare se sulla loro pelle delicata compaiono delle chiazze o delle macchie biancastre.

Abbronzatura nei bambini

L'abbronzatura nei bambini è un tema molto delicato: esporre la pelle delicata dei piccoli ai raggi del sole può essere molto pericoloso, perché sappiamo che possono essere molti i danni a breve e a lungo termine che il sole può causare sul nostro corpo. Per questo motivo è sempre bene esporre al sole i bambini con tutte le precauzioni.

Spesso, però, può capitare che creme e protezioni solari, vestiti, cappellini, ombrelloni e orari giusti non bastino per poter evitare l'insorgenza di chiazze o di macchie sulla loro pelle. Si tratta di discromie che appaiono sul viso e su tutto il corpo che di solito scompaiono nel giro di pochissimo tempo (in caso contrario portate subito il bambino a visita da un pediatra).

Durante l'esposizione al sole si possono verificare delle macchie scure, causate da variazioni ormonali, infiammazioni, uso di farmaci, mentre le macchie chiare possono essere causate da diversi fattori, come ad esempio la pitiriasi versicolor, un fungo di mare, che colpisce soprattutto chi suda di più, ma possono essere provocate anche da problemi presenti fin dalla nascita.

Ovviamente se si presentano macchie di ogni tipo sulla pelle del vostro bambino dopo che è stato esposto al sole, il consiglio, oltre a quello di non esporlo più ai raggi solari, è quello di chiedere subito parere al vostro medico, al vostro pediatra o alla guardia medica se vi trovate in vacanza: meglio essere certi che non si tratti di nulla di pericoloso. Lui saprà consigliarvi anche la cura migliore in base alla causa.

Foto | da Flickr di boudewijnberends

Via | Inerboristeria

  • shares
  • Mail