Maschio o femmina: quando si può sapere il sesso del bambino

È maschio o femmina? Questa è un po’ la domanda che si fanno tutti i genitori in attesa, ma quando si può scoprire.

maschio-femmina.jpg

Avete appena fatto il test di gravidanza scoprendo di essere in attesa e desiderate tanto sapere quale sia il sesso del bambino. Quando si può sapere? Prima di tutti fissate una visita ginecologica con il vostro dottore e fate una chiacchierata sullo screening prenatale, per fissare gli esami più importanti. Se scegliete di percorre la strada del Dna fetale potrete già dalla 10° settimana scoprire se sta per arrivare un maschietto o una femminuccia.

Se invece avete optato per il bitest (e magari l’amniocentesi o la villocentesi) il percorso potrebbe essere un po’ più lungo. In linea di massima dal quarto mese (verso la 14esima settimana) dovreste poter sapere il sesso, anche se la certezza – mediante ecografia – arriverà con l’ecografia morfologica. Purtroppo non tutti i bambini sono vanitosi e si mettono in posa nel momento giusto. Ci sono piccoli che potrebbero nascondersi durante l’esame e non svelarvi il sesso.

Le variabili che intervengono nella possibilità di determinare se maschio o femmina sono la posizione feto, il livello di ecogenicità del paziente (cioè la tendenza del paziente a essere indagabile con più o meno successo tramite l’ecografia), la strumentazione ecografica più o meno sofisticata. In linea di massima gli ecografi dell’ospedale sono sempre all’avanguardia e quindi alla morfologica potrete avere le vostre risposte.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail