La sigaretta elettronica in gravidanza fa male o si può fumare?

La sigaretta elettronica è da mesi oggetto di una vasta polemica, perché quello che doveva essere un semplice e salutare strumento per smettere di fumare, invece, presenta diversi rischi.




Usare la sigaretta elettronica oppure no in gravidanza? Il vizio del fumo è davvero complicato da battere. Ci vuole forza di volontà e costanza. Quando si scopre di attendere un bambino dovrebbe essere più facile trovare la forza per dire addio alle bionde, ma non è per tutti così. Come fare? La soluzione sicuramente non è la sigaretta elettronica. Ultimamente gli esperti hanno segnalato l’opportunità di non raccomandare l’utilizzo di questo strumento né durante i nove mesi né dopo durante l’allattamento.

È solo un’indicazione, non c’è ancora nulla di ufficiale e solo il Governo potrà scegliere se adottare questa misura restrittiva. Considerate che in Francia hanno chiesto lo stop delle sigarette elettroniche anche nei luoghi pubblici. Perché mai questa rigidità? Ovviamente dipende dal contenuto. Sono aromatizzate e leggere, ma probabilmente a loro interno hanno delle sostanze che possono essere nocive, come la nicotina.

Secondo il Consiglio superiore di sanità, le e-cig non sono farmaci e non vanno considerate come tali. E non è tutto, andrebbero vietate ai minori e pertanto nelle scuole. L’ordinanza contribuirebbe a fare chiarezza e a tutelare la salute degli italiani, in attesa della direttiva Ue sul tabacco. Probabilmente avremo bisogno di ancora un po’ di tempo perché sia definita meglio la situazione. Intanto, se siete incinta evitate, evitate ed evitate. Tutte le volte che vi viene voglia di fumare, fate una bella passeggiata.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail