La passiflora per i bambini, le indicazioni e le dosi

La passiflora è un’erba molto nota, per le sue proprietà rilassanti e soprattutto per favorire il riposo notturno. Fa bene ai bambini e in quali dosi bisogna somministrarla?




Il nome scientifico è Passiflora incarnata ed è una pianta molto conosciuta non solo perché produce dei fiori davvero belli, ma perché favorisce il riposo notturno e il rilassamento degli adulti e dei bambini. Molti piccoli fanno fatica a prendere sonno. Ci sono bimbi che soffrono di coliche, e bimbi un po’ più grandi che temono di perdersi qualcosa (Quando io dormo voi che fate? E’ la classica domanda).

Per crescere bene e per affrontare le fatiche della giornata, però, devono riposare bene e in modo prolungato, ecco perché una tisana o un infuso a base di Passiflora può essere efficaci e soprattutto non provoca effetti collaterali. La Passiflora, se andate per esempio in erboristeria, potrebbe essere associata anche ad altre piante, come la Valeriana o la Melissa. Sono entrambi molto piacevoli e soprattutto hanno le stesse indicazioni terapeutiche.

Esistono anche degli integratori alimentari contenenti estratto. In linea di massima, per i bimbi è decisamente meglio una bella tisana leggera. Non abituateli con degli aiuti più forti soprattutto quando non ce n’è bisogno o sospettate che alla base ci siano solo dei capricci. Inoltre, per essere sicuri di non sbagliare si consiglia comunque il consulto del pediatra: male non fa.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail