Lo yoga per neonati è sempre più gettonato e può essere davvero molto divertente se la mamma con un po’ di pazienza impara alcune posizioni semplici. È vero, pensare a un bebè impegnato nel saluto al Sole fa sorridere e sembra impossibile. Se però non siamo pratici di questa disciplina, è bene staccarsi completamente dalla visione stereotipata dello yoga e immaginarlo più come un complemento del massaggio neonatale.

Possono iniziare a praticare yoga verso il secondo mese di vita. Le mamme possono scegliere di avvicinarsi a quest’attività in compagnia del neonato, frequentando dei corsi, o semplicemente stimolando il bambino a casa da sole. È consigliabile questa seconda scelta, prima di tutto se si conoscono i principi della disciplina e poi aiutandosi magari con testo sul tema.

Dopo il bagnetto è la mamma, che magari appoggiando il bebè sul lettone, lo aiuta ad assumere alcune posizioni, semplici e delicate. In questo modo si migliora la postura del piccolo e lo si aiuta anche a ritrovare il giusto equilibrio. Spesso al parto i piccolini sono vittime di vere forzature che in qualche modo si riflettono poi sulla crescita armoniosa del corpo. Ovviamente, il tutto deve essere accompagnato da massaggi dolci e rilassanti, come quello che abbiamo indicato per prevenire e curare le coliche.

Via | Pinterest

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Crescita Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più

A Nightmare before Christmas – Questo è Halloween – con testo