I sintomi delle adenoidi nei bambini e le cause

I vostri bambini hanno le adenoidi ingrossate, come si possono diagnosticare? Quali sono i sintomi e le cause? Ecco un piccolo vademecum per mamma e papà.




Riconoscere le adenoidi ingrossate nei bambini non è complicato. La prima cosa che si noterà è un respiro molto pesante nel sonno. I piccoli tenderanno a dormire con la bocca aperta e anche di giorno sarà evidente la loro abitudine a respirare solo con la bocca e non con il naso. Inoltre, anche la voce sarà leggermente modificata. Assumerà un tono più nasale, simile quella di un raffreddamento.

Questo è il quadro generale, che dovrebbe insospettirvi e farvi chiedere un consulto al pediatra di base. Che cosa sono le adenoidi? Come le tonsille sono dei filtri, che dovrebbero proteggere il corpo da eventuali infezioni. Non si possono vedere a occhio nudo e spesso durante l’infanzia possono crescere in modo strano: alcune s’ingrossano troppo, altre assumono una forma irregolare causando una sorta di ostruzione del rinofaringe.

Purtroppo se i sintomi dell’ingrossamento li abbiamo appena elencati, non abbiamo detto quali sono le conseguenze: l’ipertrofia adenoidea non curata porta frequenti otiti, malattie stagionali con febbre continua, disturbi del sonno causati proprio dalla difficoltà di respirare e favorisce il russare cronico e le apnee. È quindi un piccolo disturbo che spesso si risolve chirurgicamente, che però è bene non trascurare. Ultimo consiglio: se avete notato nel bambino tutti questi problemi, cercate di aiutarlo con un cuscino leggermente più alto, lavaggi nasali e magari l’uso di un umidificatore notturno.

Via | Coop
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail