Seguici su

Gravidanza

Esenzione per gravidanza a rischio, come funziona?

In che casi si ha il diritto di esenzione dal ticket in gravidanza? Come funziona l’esenzione per gravidanza a rischio?

Ci sono alcuni casi medici in cui per legge la futura mamma è particolarmente tutelata e ha diritto all’esenzione per gravidanza a rischio. Se è vero che tutte le donne in dolce attesa hanno diritto gratuito alle analisi di routine prestabilite dal Ministero della Salute, in certe situazioni anche gli esami fuori protocollo non devono essere a carico economico delle famiglie.

Rientrano in questi casi per esempio test come l’amniocentesi e la villocentesi, a pagamento se su richiesta e senza particolare condizione medica di rischio, e invece in esenzione per donne sopra i 35 anni o con risultati di analisi precedenti dai valori anomali e sospetti. Se poi siete in una condizione di gravidanza a rischio già certificata, potete richiedere più ecografie del normale protocollo ( tre ecografie presso l’ASL) e in particolar modo ecografie più specialistiche e mirate ad indagare la possibile patologia.

Per usufruire degli agevolamenti di una gravidanza considerata a rischio dovete fare richiesta tramite modulo apposito alla azienda ospedaliera statale della vostra zona, allegando i documenti di diagnosi e certificazione stilati dal vostro ginecologo di fiducia. Ecco alcune condizioni in cui la vostra gravidanza potrebbe rientrare nelle casistiche considerate a rischio:

    Presenza di un rischio procreativo prevedibile a priori: età materna avanzata, genitore portatore eterozigote di anomalie cromosomiche strutturali, genitori portatori di mutazioni geniche;

    Presenza di un rischio fetale resosi evidente nel corso della gestazione: malformazioni evidenziate dall’esame ecografico, malattie infettive insorte in gravidanza, positività dei test biochimici per anomalie cromosomiche, familiarità per patologie genetiche.

Mentre le indicazioni del Ministero per indagini citogenetiche per anomalie cromosomiche fetali sono:

    Età materna avanzata (uguale o maggiore a 35 anni)

    Genitori con precedente figlio affetto da patologia cromosomica


    Genitore portatore di riarrangiamento strutturale
    non associato a effetto fenotipico

    Genitore con aneuploidie dei cromosomi sessuali compatibili con la fertilità

    Anomalie malformative
    evidenziate ecograficamente

    Probabilità di 1/250 o maggiore che il feto sia affetto da Sindrome di Down
    (o alcune altre aneuploidie) sulla base dei parametri biochimici valutati su sangue materno o ecografici, attuati con specifici programmi regionali in centri individuati dalle singole Regioni e sottoposti a verifica continua della qualità.

Via | Asl

Leggi anche

test gravidanza positivo test gravidanza positivo
Gravidanza7 ore ago

Si può rimanere incinta con il ciclo? Ecco cosa c’è da sapere

In moltissime si chiedono se si può rimanere incinta con il ciclo mestruale, cerchiamo quindi di fare chiarezza sull’argomento. E’...

Gravidanza maschio o femmina Gravidanza maschio o femmina
Gravidanza1 giorno ago

Calendario cinese della gravidanza: come scoprire se il bebè sarà maschio o femmina

Il calendario cinese della gravidanza permette di scoprire se il nascituro sarà maschio o femmina: scopriamo come funziona! Il calendario...

Bambina che dorme papà Bambina che dorme papà
Intrattenimento1 giorno ago

Ninna nanna mamma, testo: la canzone perfetta per far addormentare i bambini

Ninna nanna mamma: ecco il testo della famosa filastrocca e canzone amata molto da tutti i bambini e dai genitori....

seggiolino bambino auto seggiolino bambino auto
Bimbi in automobile3 giorni ago

Lunghi viaggi in auto: 3 idee per intrattenere i piccoli

Durante i lunghi viaggi in auto i bambini tendono ad annoiarsi molto facilmente, questo perché devono stare seduti e non...

colesterolo colesterolo
Salute4 giorni ago

Vino: perché aiuta contro il colesterolo?

Il controllo dei valori del colesterolo è fondamentale se si ha intenzione, comprensibilmente, di mantenere in salute il sistema cardiovascolare...

campo di concentramento campo di concentramento
Educazione4 giorni ago

Giornata della Memoria: come spiegare la Shoah ai bambini

Il 27 gennaio ricorre la Giornata della Memoria: ecco come spiegare quel periodo buio della nostra storia ai più piccoli....

outfit pioggia stivali outfit pioggia stivali
Intrattenimento5 giorni ago

Weekend di pioggia: come intrattenere i bambini?

L’inverno non è la stagione preferita di chi ha figli per diversi motivi, a partire dai malanni che i bambini...

Paris Hilton Paris Hilton
Celebrità6 giorni ago

Paris Hilton è diventata mamma, il figlio è nato da maternità surrogata

Paris Hilton è diventata mamma: l’ereditiera ha annunciato oggi la nascita di suo figlio, probabilmente nato da madre surrogata. Paris...

Mamma che allatta al seno Mamma che allatta al seno
Allattamento1 settimana ago

Allattamento e ciclo: cosa c’è da sapere a riguardo

Cosa c’è da sapere sull’allattamento e ciclo dopo il parto? Ecco tutte le informazioni più utili sul cosiddetto capoparto. Quando...

Neonato appena nato Neonato appena nato
Mamma1 settimana ago

Rooming-in, è sicuro? Cos’è e come funziona questa pratica per le neo mamme

Rooming-in, una pratica che permette a mamma e neonato di stare insieme 24 ore al giorno in ospedale: cerchiamo di...

Galileo Galilei Galileo Galilei
Istruzione1 settimana ago

Galileo Galilei spiegato ai bambini: tutto sulla vita dello scienziato

Come spiegare ai bambini Galileo Galilei: il grande scienziato che ci ha aperto la strada verso un nuovo modo di...

Bambina guarda televisione Bambina guarda televisione
Cinema e Video1 settimana ago

I nomi dei principi della Disney: l’elenco completo

Indovina, indovinello: come si chiamano i principi della Disney? Scopriamoli tutti, dai grandi classici ai film più recenti! Oggi vi...