In gravidanza si è più soggette a contrarre infezioni di ogni genere, perchè spesso e volentieri il sistema immunitario è più affaticato e la conformazione di utero e apparato genitale ci rendono più esposte al pericolo. In piscina, habitat umido dove frequentemente (anche in quelle più curate e pulite) hanno fissa dimora un numero svariato di germi e batteri ci sono alcune semplicissime precauzioni da tenere sempre presente.

Per non invitare a nozze candida, clamidia, streptococco e compagnia bella, specialmente in dolce attesa che sappiamo tutte quanto possano essere fastidiose e preoccupanti per le future mamme, bisogna semplicemente seguire alcune regole basiche ma imprescindibili. Per esempio non sedersi mai a bordo piscina o sulla sdraio senza asciugamano. O ancora cambiare immediatamente il costume bagnato per uno asciutto e pulito.

Camminate sempre con le ciabatte. State in acqua solo il tempo necessario e prediligete le piscine di cui conoscete bene almeno fama e reputazione in quanto a igiene e pulizia. Una delle precauzioni più efficaci poi è utilizzare sempre prima e dopo una schiuma antibatterica apposita o un detergente germicida, solo ed esclusivamente prescritta dal ginecologo. Per tutto il resto godetevi in santa pace questi momenti di relax in acqua, ginnastica (dolce) o nuoto (se concesso) rilassano e tonificano la mamma in vista del parto e solitamente piacciono e provocano dolci sensazioni anche al bebè nel pancione.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Gravidanza Leggi tutto