Sole in gravidanza, le 5 regole per un abbronzatura perfetta

Non volete rinunciare alla tintarella estiva e siete in dolce attesa? Ecco alcuni consigli pratici per godere dei raggi del sole ma in modo del tutto sicuro.

Il sole in gravidanza può non essere molto piacevole, soprattutto se soffrite di sbalzi di pressione. Durante i nove mesi è davvero molto importante prendersi cura del proprio corpo e del proprio bambino, proteggendosi da qualsiasi rischio, come una passeggiata di troppo in riva al mare. Siete comunque amanti della tintarella e non volete rinunciare all’abbronzatura perfetta? Non c’è problema, ecco le nostre regole:


  • Mai esporsi nelle ore troppo calde: sempre prima delle 11 e poi dopo le 16.
  • Usare una crema solare con fattore protettivo alto: in base al fototipo state tra la 30 e la 50. Perché? Perché in gravidanza la pelle è più vulnerabile, il rischio melanoma aumenta e così quello di discromie cutanee. Le creme solari vanno applicate circa 30 minuti prima dell’esposizione al sole e per essere efficaci devono essere spalmate regolarmente ogni due ore e dopo ogni bagno.
  • Mai prendere sole diretto sul pancione, perché il feto rischia disidratazione.
  • Bevete molta acqua per reintegrare i liquidi
  • Spruzzatevi con acqua termale, fate lunghi bagni, state all’ombra per evitare il surriscaldamento corporeo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail