Liti tra mamme e papà e disturbi del sonno nei bambini, c'è un nesso?

I litigi dei genitori sono uno spettacolo poco piacevole per tutti i bimbi: da piccoli possono essere un problema grave soprattutto per il riposo notturno.

nanna dei gemelli insieme

Capita a tutti genitori di litigare. Ogni tanto anche mamma e papà si fanno prendere dai nervi, anche perché crescere un figlio è davvero impegnativo e scontrarsi su questioni pratiche o educative non è semplice. Il grave errore che si commette è quello di litigare davanti ai bambini, neonati compresi.

Molti bambini manifestano disturbi del sonno legati alla litigiosità dei genitori. Le voci alterate di mamma e papà sono riconosciute dei bebé anche mentre dorme e ne alterano l´attività del cervello, con possibili effetti sul suo sviluppo. Per non parlare dell’ansia che crea nei bambini più grandi. Il consiglio quindi è quello di evitare, seppur a volte molto difficile, lo scontro davanti al piccolo. Cercate di andare in un’altra stanza e moderare sempre i toni.

Purtroppo, come dimostra lo studio compiuto dalla ricercatrice Anne Mannering sui disturbi del sonno, i primi due anni di vita sono fondamentali, e l'alterazione del sonno può essere un primo segnale di malessere. La coppia genitoriale rappresenta per i piccoli il nucleo primario, attraverso cui interpretano i rapporti sociali durante i primi anni di vita. Per questo è importante tenere sempre conto della loro sensibilità, che non è schermata dall'esperienza.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail