Stanchezza in gravidanza: le cause e le cure naturali più efficaci

La gravidanza porta spesso con sé davvero molta stanchezza. Soprattutto nel primo trimestre la voglia di dormire è tale che può colpire in qualsiasi momento della giornata. Come mai? Quali sono le cause?


La stanchezza in gravidanza è un disturbo abbastanza comune. È come essere cullati dolcemente dalle braccia di Morfeo tutto il giorno: si ha voglia di dormire, si sente la testa pesante e anche la capacità di concentrarsi è più limitata. Questa condizione accompagna la donna soprattutto nel primo trimestre, per poi ripresentarsi al terzo. Come mai? La causa sono principalmente gli ormoni. Il principale responsabile si chiama del progesterone, che resta alto per i primi 3 mesi.

Il senso di spossatezza può anche essere causata dalla pressione bassa, da una carenza alimentare o dall’anemia, tipica in gravidanza. Negli ultimi tre mesi, anche il pancione, sempre più pesante, e la difficoltà a riposare di notte, potrebbero togliere energia. Che cosa si consiglia? Prima di tutto, quando potete dormite e riposate. Prendete questi nove mesi come l’occasione per recuperare tutte le forze per il parto e l’allattamento.

Se la pressione si abbassa troppo aiutatevi con un integratore a base di sali minerali e vitamine (il medico vi consiglierà il migliore) e se non avete problemi di diabete o allergia, fate il pieno di banane e pesche. Un emocromo completo, vi dirà poi se avete mancanza di ferro. In questo caso, la vostra dieta dovrebbe comprendere carne, soprattutto quella rossa (se non avete problemi di toxoplasmosi), uova, pesce (in particolare il tonno, le sardine, il merluzzo), cereali, legumi e verdure a foglia verde.

Nell’ultimo trimestre, invece, aiutati a combattere i dolori alla schiena e la fatica a trovare una posizione comoda, con un buon cuscino. Esistono quelli per la gestazione che sono davvero eccellenti, perché dopo la nascita si usano per l’allattamento.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail