Ogni 30 secondi nel mondo un bambino muore a causa di un incidente. Gli incidenti stradali sono la prima causa di morte, seguiti dagli annegamenti, mentre al pronto soccorso dell’Ospedale Pediatrico Bambin Gesù di Roma 1 accesso su 10 riguarda un incidente domestico. In Europa ogni anno sono 40mila le vittime di ogni età di incidenti domestici e in Italia sono più di 100 i bambini che ogni anno ne rimangono coinvolti.

I dati resi noti in occasione del convegno “Un mondo sicuro per i nostri bambini“, promosso dall’Istituto per la Salute del Bambino e dell’Adolescentedel nosocomio romano, parlano chiaro. Ma se l’evidenza di quanto accade è resa nota da questi numeri, altrettanto evidenti sono le misure che possiamo mettere in atto per fare in modo che non accadano. Il 90 per cento degli incidenti è prevedibile ed evitabile e secondo l’OMS bastano degli interventi di prevenzione per salvare più di 1000 bambini ogni giorno.

Ecco allora i consigli dell’Ospedale Pediatrico Bambin Gesù per prevenire gli incidenti domestici.

Prevenire gli incidenti domestici in bagno

    Non lasciate da soli i bambini nella vasca: per annegare bastano 5 centimetri di acqua.

    Usate tappetini antisdrucciolo e protezioni anti urto sui rubinetti.

    Tenete fuori dalla portata dei bambini gli elettrodomestici presenti in bagno.

    Tenete fuori dalla loro portata forbici, rasoi e altri accessori taglienti.

Prevenire gli incidenti domestici in cucina

    Staccate sempre i piccoli elettrodomestici dalla presa di corrente quando non li usate.

    Cucinate nei fornelli più interni e girate i manici delle pentole verso il muro.

    Acquistate forni che abbiano una porta in vetro termoisolante o che abbiano una piastra in acrilico, per evitare scottature.

    Non apparecchiate la tavola con tovaglie che pendano troppo dai bordi.

    Conservate i prodotti per uso domestico con chiusura di sicurezza e in confezioni riconoscibili.

    Non versate mai sostanze tossiche nei contenitori alimentari.

Prevenzione degli incidenti domestici in camera da letto

    Non mettete mai sedie o tavoli sotto le finestre e fissate le scaffalature al muro.

    Evitate i letti a castello o usate barre laterali (sotto i sei anni mai far dormire i bambini in alto).

    Applicate ganci a molla dietro le porte per evitare che i piccoli si pizzichino le dita.

    Evitate di inserire nella cameretta dei ragazzi lampade che possono cadere o che si surriscaldano.

Prevenire gli incidenti domestici sul balcone

    Le sbarre della ringhiera non devono essere orizzontali, altrimenti i bambini possono arrampicarsi. Se sono verticali controllare che siano abbastanza strette, perché il rischio è che il piccolo si incastri dentro con la testa.

    Evitate di tenere sul balcone oggetti che possano permettere ai bambini di arrampicarsi.

Prevenire gli incidenti domestici nella culla

    Non riempite di giocattoli la culla del piccolo e non fatelo dormire con collane, bracciali o ciondoli.

    Non lasciate il neonato da solo sul piano che usate per cambiarlo e nemmeno nella vaschetta.

Prevenire gli incidenti domestici in casa

    Tenete fuori dalla portata del bambino oggetti piccoli che potrebbe ingerire.

    Ricoprite gli spigoli con i paracolpi.

E in automobile, anche se piange o non ci vuole stare, fatelo viaggiare sempre nel seggiolino e con le cinture di sicurezza ben allacciate: ne va della sua sicurezza!

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Cronaca Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più

Il vero robot di Gundam si muove