Il riciclo creativo dei maglioni, ecco come non buttarli via

I maglioni non si buttano, ma si possono riciclare. È divertente e anche un bel insegnamento per i bambini, che imparano a crescere con una logica improntata al rispetto e al risparmio.



Il riciclo creativo è un hobby divertente e si possono davvero fare tantissime cose utile con i materiali di scarto, tra cui i maglioni di lana. La prima cosa, soprattutto se molto usurato, è trasformarli in semplici quanto banali stracci. Non c’è nulla di meglio per pulire il parquet o per lucidare e spolverare i mobili. Per la serie, legno chiama legno. E’ vero che se avete dei bambini da intrattenere non potete sicuramente limitarvi a quest’attività. Ci vuole qualcosa di più estroso.

Potreste creare per loro delle piccole pantofole. Sono più delle calze morbide, per girare in casa. Vi basta ritagliare il maglione, prendendo come esempio un calzettone del bambino e fare attenzione a non perdere i punti. Poi con filo di lana e ago grosso cucite le due sagome. Sulle cuciture, se non sono tanto belle, perché non mettete i bottoni del maglione stesso. Con la stessa tecnica potete realizzate dei guantoni o dei caldi berrettini.

Se poi avete deciso che il riciclo creativo deve essere davvero divertente, potete trasformare il maglione in abiti per le bambole. O creare della lana cotta: è molto facile, vi basterà lavarla più volta a 90 gradi in lavatrice. Con questo materiale, si possono fare tantissime cose, tra cui divertenti decorazioni natalizie. Ormai mancano meno di due mesi e un giorno a settimana potete impegnarvi in questo.

Foto | Pinterest

  • shares
  • Mail