Diabete renale in gravidanza, i sintomi, le cause e le cure

Il diabete renale è una malattia molto diversa dal diabete mellito e meno grave. Scopriamo sintomi e cause e quali problemi può creare in gravidanza


Il diabete renale è una patologia che non ha molto a che vedere con l'omologo mellito, e neppure con il diabete gestazionale che talvolta insorge solo in dolce attesa.

Infatti nel diabete renale si verifica un aumento della concentrazione di glucosio nelle urine (un sintomo generico di diabete), senza che, però, ci sia un parallelo aumento glicemico nel sangue, che nel caso del diabete mellito è provocato da una disfunzione endocrina e metabolica.

Il pancreas, la ghiandola preposta alla secrezione di insulina, l'ormone che si occupa del metabolismo degli zuccheri, non lavora correttamente, e così il glucosio non viene smaltito e si accumula nel sangue creando tantissimi disturbi associati. Il diabete mellito, che è una malattia cronica, in gravidanza può creare diversi problemi, ma non impedisce comunque un felice esito della stessa. Nel caso del diabete renale, però, i rischi sono praticamente inesistenti, perché l'aumento della concentrazione di glucosio nelle urine non è dovuto ad una disfunzione del pancreas, ma solo da un problema di filtraggio a livello renale.

Nello specifico, i tubuli contorti di questi organi, hanno una ridotta capacità di riassorbire il glucosio dal filtrato glomerulare. Questa anomalia renale è rara e congenita, ma non comporta sintomi specifici - chi ne soffre in genere se ne accorge solo dopo i risultati dei test delle urine - e soprattutto non necessita di alcuna terapia specifica. Quindi la donna incinta che dovesse avere il diabete renale congenito non deve preoccuparsi, semmai, ma questo vale comunque un po' per tutte le future mamme, dovrà effettuare costanti controlli della funzionalità renale. Nessun rischio neppure per il feto.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail