Tutti uniti per Daniele, i campioni della boxe sul ring per il bambino disabile

Daniele è un bambino di 7 anni disabile che ha bisogno di cure continue, così, per aiutare i suoi genitori, i campioni della boxe hanno deciso di "combattere" per lui in una serata molto speciale...


Daniele è un bambino disabile di quasi 7 anni che nella sua breve vita di "combattimenti" ne ha dovuto affrontare già tantissimi. Una continua ma ostinata lotta per la vita è stata la sua, fin dalla nascita, avvenuta con un parto prematuro per via della rottura del sacco amniotico. Daniele sarebbe potuto morire allora, ma invece si è tenacemente attaccato alla vita e grazie al massaggio cardiaco ha ripreso a respirare.

Le sue condizioni erano comunque apparse subito critiche, tanto che dopo 3 giorni di incubatrice, piccolo, minuscolo com'era, è stato colpito da emorragia cerebrale, un'eventualità purtroppo frequente nei nati estremamente pretermine.

Dopo questa grave, ulteriore complicazione, Daniele perde la funzionalità di tutto l'emisfero destro del cervello, quello che, tra le altre cose, sovrintende all'attività motoria. Daniele non camminerà mai, e ha bisogno di un tubicino - chiamato peg - per potersi alimentare - ma questo metodo non è esente da rischi, che in questo caso prendono il nome di asfissia, soffocamento. Ma non è finita qui, purtroppo la vita di questo bimbo è messa a repentaglio da uno sviluppo eccessivo dell'emisfero sinistro del suo cervello, come spiega mamma Ilaria.

Daniele c’è, c’è nonostante il grave ritardo psicomotorio e riesce a farsi capire, a sorridere e far sorridere chi gli è vicino. L’emisfero cerebrale sinistro che funziona, però sta crescendo, troppo, mettendo ulteriormente a rischio la sua vita, giorno dopo giorno, ora dopo ora

Daniele, è un vero combattente, e forse per questo motivo i campioni dello sport più "brutale" e insieme "gentile" che esista, la boxe, hanno deciso di destinare una serata di grande sport a lui, il più coraggioso di tutti. I genitori di Daniele hanno bisogno di aiuto per il loro bimbo, e la speranza è quella che la Ricerca nel frattempo possa trovare le soluzioni giuste per il piccolo, per salvargli la vita e migliorare le sue condizioni attuali. Per questo c'è bisogno di fondi, perché molte terapie sperimentali sono all'estero.

E per questo l'appuntamento per gli amici romani è per sabato 21 dicembre, presso il Palalevante in via Francesco Campagna n° 9. Per fare cosa, domanderete voi? Per assistere ad un gran galà sportivo, una serie di favolosi incontri di Kick Thai Boxing con i massimi campioni della disciplina, organizzato dalla I.K.T.A (Federazione internazionale di Kick Thai Boxing) che culmineranno nell'assegnazione del titolo mondiale K1 (attesissimo).

Tutto il ricavato di questa serata di sport spettacolare - rinominata "Tutti uniti per Daniele" - andrà a Daniele e alla sua famiglia, per iniziativa di Alessio Zingoni, direttore tecnico della Asd Fighters liberi di Roma e responsabile del settore sociale della Federazione. Fin dalle 15 sarà quindi possibile lasciare il proprio contributo ai responsabili della Asd Fighters Liberi, mentre gli incontri inizieranno ufficialmente alle 20.

Il ring è per i campioni e Daniele ha tutto il diritto di essere sul quadrato a bordo ring, e al suo angolo, noi tutti uniti

Hanno ribadito i boxers sulla pagina di Facebook dell'evento. L'iniziativa è benefica, la serata sarà speciale per chi ama lo sport, siamo a Natale e un bimbo ha bisogno di noi... che aspettiamo?

Foto| via Facebook

  • shares
  • Mail