Bambini e lockdown: più capricci e meno sonno, il vademecum del Sicupp

Bambini e lockdown: più capricci e meno sonno, il vademecum del Sicupp per affrontare i disagi della pandemia nella routine dei bambini.

Il lockdown ha stravolto la vita di tutti, ma quella dei bambini in particolare che ai numerosi lockdown – e conseguenti cambiamenti delle abitudini – rispondono alla loro maniera, anche se inconsapevolmente. Questo è quanto è emerso dalla indagine “Bambini e lockdown, la parola ai genitori” condotta dalla Società Italiana delle Cure Primarie Pediatriche (Sicupp) con la collaborazione dell’Università di Milano-Bicocca. La ricerca, effettuata durante i mesi del lockdown su 3.400 famiglie della Lombardia, ha fatto emergere quanto segue.

Bambini e lockdown, sonno e alimentazione

I più evidenti effetti del lockdownd sulla routine dei bambini è emersa soprattutto nell’ambito di alimentazione e sonno. Da quanto è venuto fuori, il 32 % dei bimbi fino a cinque anni ha mostrato una riduzione dell’appetito. Nonostante questo, si è registrato un più alto consumo di merendine e snack (+44%). In quanto al sonno, il ritmo è cambiato: sono aumentati i risvegli notturni (+40%); nel 37% dei casi sono diminuite le ore di sonno e si sono registrate maggiori difficoltà nell’addormentamento.

I bambini più piccoli si sono dimostrati più semplici da gestire. Quelli più grandi, invece, i quali iniziano ad avere tutti gli elementi per rendersi conto di cosa accade e per ragionare in merito, sono stati colpiti da ansie, tensioni e insicurezza. Ciò che si è rivelato un “duro colpo” per i piccoli sono state le limitazioni fisiche, come ad esempio il non poter andare al parco o praticare sport. L’indagine ha registrato manifestazioni di rabbia e una diminuzione dell’attenzione tra i bambini più grandi. Tra quelli più piccoli, ahinoi, un aumento dell’utilizzo di televisione e dispositivi elettronici. Nonostante quanto appena visto, i rapporti in famiglia, nel loro complesso, sono migliorati ed i genitori sentiti credono di aver gestito bene il lockdown in casa.

Bambini e lockdown: più capricci e meno sonno, il vademecum del Sicupp

Il vademecum del Sicupp

Elaborando il risultato della ricerca, il Sicupp ha stilato un vademecum per aiutare le famiglie a gestire questa fase di cambiamento e restrizioni.

  • Raccontate per quanto possibile ai vostri figli cosa stia succedendo e spiegate loro il motivo delle restrizioni.
  • Spiegate le regole che ci vengono imposte e fatele rispettare nonostante – diteglielo – capiate la loro fatica nell’accettarle. Non esprimete dubbi sulle regole davanti a loro.
  • Organizzate la giornata scandendola in base ai momenti necessari per i bambini: pasti, sonno, studio, gioco.
  • Permettete, laddove possibile e nel rispetto delle regole, le attività all’aperto.
  • Se i bimbi si mostrano irritabili, trovate un momento di tranquillità nella giornata da dedicare loro, nonostante smartworking ed impegni vari.
  • Fate vedere loro i cari che non si possono incontrare tramite smartphone, tablet e computer.
  • Fate usare ai bambini i dispositivi elettronici il meno possibile.
  • Non tenete la televisione sempre accesa, anche per evitare di far sentire loro le cattive notizie relative al Covid.
  • Impegnatevi nel mantenere uno stile di alimentazione sano e rispettatene gli orari.
  • In caso di fatica ad addormentarsi o problemi nel sonno chiedete consiglio al pediatra.
  • Non mostrate le vostre ansie e preoccupazioni con i bimbi, in quanto loro assorbono tutto.
  • Cercate di trovare uno spazio per fare qualcosa di piacevole con i vostri figli, ma dedicate del tempo in relax anche a voi stessi.

Via | repubblica.it

Photo | Pixabay

I Video di Bebèblog

How to upcycle furniture with decoupage – Clas Ohlson