Bambini impazienti: come allenare tuo figlio alla calma

Come educare alla calma dei bambini troppo impazienti? Leggi i consigli per riportare la serenità in casa

I nostri bambini non eccellono esattamente nell’arte della pazienza. Fino al sesto anno di età, i piccoli di casa difficilmente si rendono conto di quanto sia importante saper aspettare. I bambini non sanno misurare il tempo come facciamo noi adulti. Per loro, i minuti potrebbero sembrare delle ore interminabili, ed ecco che in men che non si dica, iniziano a fare i capricci, cominciano a diventare impazienti, a piangere e a gridare.

Educare i bambini alla pazienza sembra essere un compito molto arduo, ma niente paura, perché in realtà puoi far comprendere al tuo bambino l’importanza e il valore della calma. Per farlo, però, ti servirà – per l’appunto – una buona dose di calma e pazienza!

In questo articolo vogliamo proporti alcune strategie e consigli per insegnare ai bambini ad avere pazienza. Prima di tutto, però, bisognerà avere un pizzico di comprensione verso i propri figli.

Come abbiamo accennato, fino ai 5 – 6 anni di età i bambini non hanno la nostra stessa percezione del tempo. Chiedere loro di attendere una settimana per andare a vedere quel film tanto atteso potrebbe sembrare quindi un compito insormontabile. Impara a comprendere le emozioni dei tuoi bambini, e sarai già a metà dell’opera!

Bambini impazienti: 4 strategie per insegnare l’arte della calma

  1. Sii di esempio: spesso cerchiamo di insegnare valori e comportamenti ai nostri bambini, senza renderci conto che siamo noi in primis a non metterli in atto. Se desideri che tuo figlio sia meno impaziente, impara tu in prima persona ad avere più calma. Lo diciamo spesso ma, anche in questo caso, dobbiamo essere noi genitori i modelli da seguire per i nostri figli.
  2. Essere connessi: un bambino che si sente trascurato (magari perché i genitori sembrano sempre indaffarati o distratti) inizierà ad avvertire sensazioni negative, che andranno a minare la calma e la sicurezza che dovrebbe avere.
  3. Non preannunciare gli eventi troppo in anticipo: è importante pianificare gli impegni con sufficiente anticipo, ma non annunciare al tuo bambino che fra una settimana o fra 10 giorni andrete al cinema. È molto meglio farglielo sapere pochi giorni prima dell’evento, in modo che non si faccia trascinare dall’ansia dell’attesa.
  4. Inizia a introdurre piccole attese nella routine del bambino: se tuo figlio vuole un giocattolo o vuole vedere assolutamente un cartone animato, introduci una piccola attesa. Andrà bene anche qualche minuto, per poi prolungare man mano il tempo, in modo che il bambino cominci a comprendere l’importanza di saper aspettare.

Se hai dei bambini impazienti, devi sapere che il percorso verso la calma e la pazienza non sarà semplice né immediato. Pensa che persino tanti adulti non sono in grado di avere pazienza. Passo dopo passo però riuscirai a impartire una preziosa lezione al tuo bambino, una di quelle che si rivelerà fondamentale per tutto il resto della sua vita!