Barbie celebra le donne che hanno affrontato l’epidemia

Barbie celebra le donne che hanno affrontato il Coronaviras, come Sarah Gilbertche ha lavorato alla creazione del vaccino AstraZeneca

Barbie continua il suo lavoro con le bambine per ispirarle con delle figure femminili da prendere a esempio per il loro futuro. Da qualche anno Barbie promuove esempi positivi un po’ in tutti i settori, dallo sport alla disabilità, passando per le imprenditrici e le professioniste in campi giudicati prettamente maschili.

Oggi vediamo insieme le nuove Barbie che omaggiano le donne che hanno affrontato l’epidemia Covid-19. Professioniste che sono state in prima linea sin da subito e che con impegno e dedizione hanno combattuto e aiutato gli altri durante la lotta al Coronavirus.

Le Barbie per le donne che hanno combattuto il Covid-19

Le nuove Barbie hanno i volti di Amy O’Sullivan e Audrey Cruz che sono due professioniste nel campo della sanità. E poi la professoressa canadese Chika Stacy Oriuwa e la ricercatrice brasiliana Jaqueline Goes de Jesus.

Abbiamo poi una Barbie dedicata alla dottoressa australiana Kirby White che è il medico che ha inventato il camice riutilizzabile per aiutare i medici in corsia contro il covid. Una vera svolta quando durante la prima ondata di Covid non c’erano presidi medici, letti, camici, mascherine e tutto che potesse bastare.

L’ultima Barbie è quella dedicata alla scienziata dell’Università di Oxford Sarah Gilbert, a capo del team che ha portato alla creazione del vaccino AstraZeneca. Il vaccino non è stato esattamente molto fortunato nel nostro Paese ma il suo lavoro è stato davvero incredibile.

Queste Barbie sono belle ma anche di grande valore perché mirano a ispirare le bambine di oggi a diventare delle donne di domani con ambizioni e grandi sogni. Da piccole si può sognare di diventare scienziate, ricercatrici, campionesse sportive, astronaute, giornaliste e non solo veline o attrici.