Seguici su

Scuola

Coronavirus, scuole primarie aperte: l’appello di SOS Villaggi dei Bambini

Coronavirus, lasciate le scuole primarie aperte: l’appello di SOS Villaggi dei Bambini al governo per evitare ulteriori disuguaglianze.

scuole primarie aperte

Scuole primarie aperte, l’appello non è solo degli insegnanti e delle famiglie dei bambini più piccoli, ma anche di un’associazione come SOS Villaggi dei Bambini. Mentre le scuole superiori di secondo grado oscillano tra il 75% e il 100% di didattica a distanza, per alleggerire la pressione sui trasporti e, di conseguenza, il numero di contagi da Coronavirus, si teme che un analogo provvedimento possa essere disposto per le scuole medie o le scuole elementari.

Il governo ha continuato a dire no alla didattica a distanza fino a quando ha potuto. Ma adesso ha iniziato a cedere sulle scuole superiori. E il prossimo DPCM potrebbe decidere le sorti anche per le scuole medie, almeno per quello che riguarda l’ultimo anno. SOS Villaggi dei Bambini chiede che almeno le scuole primarie siano “salvate”. Per evitare di creare ancora più disuguaglianze nella società. Soprattutto per bambini e donne.

Scuole primarie aperte per evitare di creare nuove disuguaglianze

L’associazione spera che le decisioni prese da Palazzo Chigi e dalle Regioni tengano conto del miglior interesse dei bambini. Garantendo la tutela dei loro bisogni, della loro salute e del loro benessere psicofisico. E chiede che la scuola rimanga il punto di riferimento più solito per tutti i giovani, prediligendo la didattica in presenza per le scuole primarie. La didattica a distanza potrebbe infatti creare una perdita pesante in un’età in cui la relazione anche non verbale con un adulto di riferimento è fondamentale.

Il timore è che si possano aumentare ancora di più quelle disuguaglianze che la pandemia ha fortemente accentuato. Disuguaglianze che riguardano i bambini e i ragazzi che arrivano da contesti famigliari e sociali fragili, che sono emarginati e che vedono nella scuola come un luogo non solo protetto, ma anche di riscatto. E disuguaglianze che riguardano anche i genitori e in particolare le madri.

A marzo, secondo la Fondazione Studi dei Consulenti del lavoro, la chiusura delle scuole italiane ha avuto ripercussioni negative sull’organizzazione famigliare di 5 milioni 139mila lavoratori e lavoratrici. E, secondo l’Istat, nel 2019 2milioni 797 mila donne in Italia hanno dovuto rinunciare al lavoro per stare a casa ad occuparsi della famiglia. La chiusura delle scuole potrebbe accentuare ancora di più questa situazione.

Foto di Gerd Altmann da Pixabay

Leggi anche

Scarpe estive sandali da donna Scarpe estive sandali da donna
Abbigliamento3 giorni ago

Moda e comfort: come indossare le ciabatte da donna?

Le ciabatte estive da donna combinano eleganza e freschezza, offrendo comfort e stile per ogni occasione. Quando si parla di...

bambini al doposcuola che svolgono attività creative bambini al doposcuola che svolgono attività creative
Scuola4 giorni ago

Coinvolgere i bambini nelle attività artistiche scolastiche

Coinvolgere i bambini nelle attività artistiche scolastiche è fondamentale per il loro sviluppo completo e equilibrato. Coinvolgere i bambini nelle...

Scarpe Converse da ginnastica Scarpe Converse da ginnastica
Accessori7 giorni ago

Colorate o semplici: quali scarpe Converse dovresti scegliere?

Quando si tratta di scarpe iconiche e senza tempo, poche marche possono competere con la longevità e lo stile delle...

bambini insieme che si battono il cinque bambini insieme che si battono il cinque
Scuola7 giorni ago

Insegnare l’importanza del rispetto a scuola

Insegnare l’importanza del rispetto a scuola è fondamentale per la formazione di individui consapevoli e responsabili. L’educazione è un aspetto...

bambine e bambini ad una festa bambine e bambini ad una festa
Scuola1 settimana ago

Feste scolastiche: idee e consigli per i genitori

Scopriamo insieme qualche consiglio per aiutare i genitori ad organizzare feste scolastiche divertenti e sicure. Le feste scolastiche sono eventi...

bambino triste con le mani sul volto bambino triste con le mani sul volto
Scuola2 settimane ago

Insegnare ai bambini a gestire lo stress

Scopriamo qualche consiglio utile per insegnare ai bambini a gestire lo stress. Insegnare ai bambini a gestire lo stress è...

famiglia mamma e papa abbraccio neonato famiglia mamma e papa abbraccio neonato
Salute e benessere2 settimane ago

Pelle screpolata nei neonati: 5 consigli utili

Come tutti i neogenitori sanno, la pelle dei neonati e dei bambini piccoli è molto delicata ed è più soggetta,...

simbolo maschio e femmina, concetto di educazione sessuale simbolo maschio e femmina, concetto di educazione sessuale
Scuola2 settimane ago

Educazione sessuale a scuola: come affrontare l’argomento

Ecco qualche consiglio per affrontare il tema dell’educazione sessuale a scuola. L’educazione sessuale a scuola è un tema molto dibattuto...

gioco didattico per bambini gioco didattico per bambini
Scuola3 settimane ago

L’importanza del gioco nel processo di apprendimento

Esploriamo quali sono i vantaggi che il gioco ha sull’apprendimento e lo sviluppo dei bambini. Il gioco è una delle...

cyberbullismo, ragazza con lo smartphone cyberbullismo, ragazza con lo smartphone
Sicurezza bambini3 settimane ago

Proteggere i bambini da cyberbullismo, truffe e molestie online: strumenti e consigli

Navigare in Internet può essere un’avventura emozionante per i nostri figli, piena di opportunità di apprendimento e di occasioni di...

mamma figlia turiste vacanze mare mamma figlia turiste vacanze mare
Scuola3 settimane ago

Consigli per le vacanze estive: mantenere attivo l’apprendimento

Le vacanze estive non dovrebbero essere un periodo di totale inattività. Ecco qualche consiglio per mantenere attivo l’apprendimento. Le vacanze...

bambina che impara a gestire i soldi bambina che impara a gestire i soldi
Scuola3 settimane ago

Insegnare il valore del denaro attraverso la routine scolastica

Insegnare il valore del denaro attraverso la routine scolastica per preparare gli studenti alle sfide economiche della vita adulta. L’educazione...