Frasi da non dire ai bambini che non vogliono mangiare

Frasi da non dire ai bambini che non vogliono mangiare: le parole ed i concetti da non legare al cibo per evitare ripercussioni negative.

Cosa non dire ai bambini che non vogliono mangiare? Spesso, durante i pasti, ci scappano frasi istintive che possono diventare “pericolose” nel legame dei piccoli con il cibo. Il linguaggio e l’ambiente che creiamo intorno al momento della pappa possono esercitare un impatto significativo su come mangiano i nostri figli, nel bene e nel male. Abbiamo deciso di raggruppare le frasi che, invece di aiutare i bambini a relazionarsi positivamente con il cibo, sortiscono l’effetto opposto, ovvero quello di allontanarli dagli alimenti ponendo i presupposti per un rapporto poco sano.

Frasi da non dire ai bambini che non vogliono mangiare

Bambini che non vogliono mangiare, le frasi da non dire

Ecco le frasi da non dire ai bambini che non vogliono mangiare.

  • Guarda l’aereo!“. Quando diciamo a un bambino di guardare questo o quell’oggetto, non facciamo altro che distoglierlo da ciò che sta per mangiare. Così come, anche peggio, quando accompagnamo il momento dei pasti con la tv, il tablet o lo smartphone di turno. A lungo andare i bambini vorranno mangiare solo in compagnia di tali dispositivi.
  • Non ti sporcare!”. Il divieto di sporcarsi, per alcune mamme è una vera e propria ossessione. Ma associare al cibo il concetto di sporco accompagnato dall’inutile clima nevrotico che si viene a creare di conseguenza, non aiutano di certo a rendere il pasto un momento da gustare. Soprattutto quando sono piccoli, i bambini sporcano, fatevene una ragione.
  • Sbrigati”. Perché mettere fretta al piccolo mentre sta consumando il suo pasto? Mangiare lentamente è una buona abitudine, aiuta ad apprezzare il cibo. Se il bimbo si dilunga troppo, forse non ama quello che sta mangiando.
  • Devi mangiare tutto quello che c’è nel piatto”. Ed è così che il cibo diventa un dovere. Meglio educarli, piuttosto a sentimenti positivi quali combattere gli sprechi, prediligere alimenti sani e così via. Obbligandoli, molto probabilmente, otterrete un rifiuto ulteriore.
  • Se non mangi, non diventerai grande“. Tipico esempio di come fare sentire in colpa i nostri figli quando si rifiutano di mangiare. E’ una frase che sottintende un ricatto emotivo che, di certo, a loro non fa bene. Anche in questo caso è sempre meglio trasformarla in positivo ponendo l’accento su come, mangiando tutto, cresceranno bene e in buona salute.
  • Se non mangi, niente dolce“. Altro ricatto, forse anche una minaccia se vogliamo, con la quale non si va da nessuna parte.
  • Pensa ai bambini che muoiono di fame nel mondo“. Ovviamente i bimbi non sono responsabili del benessere di tutti gli altri piccoli sul pianeta. Non otterrai altro che un dispiacere suscitato dall’empatia.

Sei solita usare una di queste frasi che sarebbe bene non dire ai bambini che non vogliono mangiare? Cerca di rifletterci su, magari la prossima volta riuscirai a trovare un compromesso.

Photo | Pixabay